Duomo della Madonna: conferenza di Pier Luigi Rossi su ‘quale Duomo’

AREZZO – Nell’ambito della mostra “Il Duomo della Madonna”, che si terrà fino al 6 giugno nella ex chiesa della Madonna del Duomo, via Oberdan 61, il Comune di Arezzo organizza il primo di una serie di appuntamenti, in collaborazione con l’associazione culturale Madonna del Duomo ONLUS e l’associazione Terra di Arezzo. Giovedì 29 aprile alle 21 sempre nella ex chiesa di via Oberdan Pier Luigi Rossi terrà la conferenza dal titolo “Il Duomo della Madonna. Ma quale Duomo?”.
La conferenza – afferma Pier Luigi Rossi – vuole ripercorre il tragitto della Madonna dal colle del Pionta fino alla attuale collocazione. Il punto di partenza del discorso è lo stemma che si rileva nell’architrave all’interno della chiesa di via Oberdan dove è raffigurata una chiesa a struttura circolare. Lo abbiamo ritenuto sempre il disegno del Duomo di Maginardo ma tutta la documentazione iconografica e cartacea del Duomo del Pionta pare contraddire questo assunto. Questo stemma della chiesa circolare, o ottagonale, si ritrova, semmai, anche nella prima pagina della regola delle Derelitte e nello stemma del capitolo dei canonici della cattedrale di Arezzo. La conferenza sarà uno spunto di riflessione su questa pagina storica della città. Ovviamente porterò le mie ipotesi”.
La mostra è nata grazie… al coraggioso atto del parroco Giovan Battista Pollastra che salvò nel 1563 dalla distruzione del Duomo del Pionta la Madonna attribuita da Vasari a Spinello e la collocò in un oratorio da cui prese successivamente forma la chiesa della Visitazione della SS. Vergine Maria a Elisabetta, intitolata anche alla Madonna del Duomo in virtù dell’affresco spinelliano. La mostra, oltre all’affresco suddetto riunisce una serie di oggetti sempre provenienti dal Pionta che consentono di capire cos’era il Duomo Vecchio di Maginardo e l’area che lo ospitava.
L’ingresso alla mostra è gratuito e segue i seguenti orari: mercoledì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19; sabato e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 19.