Home Attualità ‘I sussurri dell’appennino’

‘I sussurri dell’appennino’

0
‘I sussurri dell’appennino’

AREZZO – Ultimo appuntamento con la rassegna MUSICA&NATURA, promossa dalla Provincia di Arezzo – Servizio Conservazione della Natura, che vede coinvolte alcune delle Aree Protette dell’aretino.

Una notte speciale quella del 22 agosto p.v. nella Riserva Naturale del Sasso di Simone nel Comune di Sestino in provincia di Arezzo, ci si sveglierà presto al Rifugio Casa del Re, perché esattamente alle 4.15 della mattina si partirà per un’escursione notturna verso il Sasso di Simone.

Quando la notte è ancora fitta e gli animali si muovono fra le ombre, si parte, e si sale verso il del Sasso di Simone per ammirare l’inizio di un nuovo giorno, salutando il sole che si specchia sul mare…

Ad accompagnare gli escursionisti al limitar del bosco quando la vegetazione si dirada ci saranno Jessica Lombardi e Gianni Micheli con una narrazione in musica dedicata al grande Faggio centenario che svetta ai piedi del Sasso di Simone.

Il racconto si fa itinerario di viaggio e di ascolto in cerca delle radici “magiche del faggio”. Radici ricercate con la voce e con l’aiuto timbrico e melodico di strumenti musicali antichi e moderni, come la piva e il sassofono o i flauti evocativi d’atmosfere pastose e mediterranee.
Viaggio e narrazione, dunque, come intrusione nel mito della natura, nella favola che non s’appanna col tempo, in cerca di un dialogo tra l’uomo e il suo simile e tra l’uomo e la divino.

Il Sasso di Simone rappresenta un luogo unico e speciale dal quale ammirare l’astro nascente; antico altare naturale già in epoca pre-romana è probabile l’ipotesi che vi fosse venerato il dio Semo, divinità che si occupava della pace fra i popoli e dei patti fra gli uomini il cui simbolo era un disco di rame che non a caso ricorda il sole. E come dimenticare che fu Cosimo De’Medici nel XVI secolo ad innalzare proprio sul pianoro l’utopistica Città del Sole.

Storia e natura si fondono insieme per un’escursione unica nel suo genere, durante la quale, camminando nel buio ci si può abbandonare ai suoni di un mondo antico, lasciando che il corpo prenda energia dal bosco, dalle piante e dal nuovo giorno che inizia.

Informazioni e prenotazioni: Rifugio Casa del Re, tel. 0575.772831 – 348.3831984, www.rifugiocasadelre.com, [email protected].
Minimo 6, massimo 15 partecipanti. Costo per l’escursione € 6,00. Si consiglia di portare una torcia e abbigliamento adeguato per il trekking. In caso di maltempo l’escursione verrà rinviata. Promozione speciale per il pernotto del sabato, con cena ed escursione € 54,00 a persona.

La manifestazione è inserita nel calendario 2010 “Alla scoperta delle Aree Protette della Provincia di Arezzo” realizzato con il contributo della Regione Toscana.