Home Nazionale Reggio Calabria, bomba contro casa del pg

Reggio Calabria, bomba contro casa del pg

0

Catanzaro – (Adnkronos) – Un motorino con due persone a bordo. E' quanto si nota nelle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza di un negozio a una cinquantina di metri dall'abitazione del procuratore generale di Reggio Calabria Salvatore Di Landro, dove nella notte di ieri è scoppiato un ordigno. Il video è disturbato, e in ogni caso non è detto che le persone a bordo del motociclo siano collegate con l'episodio, trovandosi in una strada limitrofa al palazzo di via Carlo Rosselli.
Il procuratore di Catanzaro Vincenzo Antonio Lombardo non si meraviglia dell'eventuale coincidenza della modalità con cui la bomba è stata posizionata rispetto all'attentato del 3 gennaio. In quel caso la telecamera della videosorveglianza della Procura generale mostrò chiaramente due persone a bordo di uno scooter con il casco integrale che piazzavano la bombola di gas e scappavano in fretta. ''Ci sono pochi modi per piazzare una bomba – spiega all'ADNKRONOS il procuratore di Catanzaro – mi pare ovvio che si faccia con due persone che possono scappare a bordo di un motociclo''.
Intanto, l'informativa preliminare è attesa negli uffici della Procura di Catanzaro, chei ha la competenza per i fatti di rilievo giuridico che riguardano i magistrati del distretto reggino.
Negli uffici ci sono già i fascicoli che riguardano la bomba esplosa davanti alla Procura generale il 3 gennaio scorso e il sabotaggio dell'auto del Pg Salvatore Di Landro avvenuto a giugno, quando ignoti allentarono i bulloni di una ruota della sua auto di servizio. Le indagini saranno coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore Murone.
L'Anm dal canto suo ha convocato per l'8 settembre alle 15,30 a Reggio Calabria un'assemblea pubblica aperta alla partecipazione di magistrati, avvocati, personale amministrativo, operatori del diritto, autorita' politiche, cittadinanza.
''Rinnovo l'invito ai ministri Alfano e Maroni che sono sicuro che questa volta saranno presenti per dare un segno tangibile di attenzione ai magistrati del distretto reggino'', è l'auspicio del presidente dell'Associazione nazionale magistrati Luca Palamara.

Articlolo scritto da: Adnkronos