Home Nazionale Rom, la Francia cerca la pace con la Ue

Rom, la Francia cerca la pace con la Ue

0

Bruxelles – (Adnkronos/Aki) – Dopo le dure critiche espresse ieri dalla commissaria Ue alla giustizia e cittadinanza Viviane Reding all'approccio francese alla questione dei rom, Parigi ha teso un ramoscello d'ulivo. E' infatti arrivato ieri sera l'invito indirizzato a Bruxelles per la riunione convocata a Parigi per il 6 settembre con alcuni ministri responsabili dell'immigrazione, da cui sinora la Commissione Ue era stata esclusa. Lo ha confermato il portavoce della Reding, Matthew Newman, sottolineando pero' che non e' ancora stato deciso se Bruxelles partecipera' o meno a questo 'seminario' su cui da giorni infuriano le polemiche.
"La Commissione europea ieri sera ha ricevuto ufficialmente l'invito a questa riunione di Parigi, indirizzata alla commissaria agli affari interni Cecilia Malmstroem e firmata dal ministro francese all'immigrazione Eric Besson. La commissaria non ha ancora deciso se ci andra' o meno", ha affermato il portavoce. Ufficialmente, pero', a Parigi non si parlera' di rom. "Nella lettera inviata dal ministro Besson e' chiaramente indicato che la discussione non portera' su una comunita' in particolare" ma piu' in generale sul tema del diritto d'asilo e della lotta all'immigrazione clandestina, ha precisato Newman.
Proprio ieri pomeriggio, la commissaria Reding aveva richiamato Parigi all'ordine con una nota da Bruxelles in cui faceva "appello in particolare alle autorita' francesi perche' si impegnino in un dialogo franco e onesto con tutti, e sottolineo tutti, gli stati membri" su "come affrontare la responsabilita' congiunta per la popolazione rom" basandola su "i Trattati e la Carta Ue dei diritti fondamentali", proponendo di affidare quindi alla Commissione un ruolo da "mediatore" tra gli stati membri. Alla riunione di Parigi, infatti, la Francia ha invitato solo Germania, Spagna, Gran Bretagna, Belgio e Italia, piu' Canada e Usa. E, solo da ieri sera, la Commissione Ue.

Articlolo scritto da: Adnkronos