Approvata la convenzione per il trasporto pubblico locale

Arezzo – Il consiglio provinciale ha approvato lo schema di convenzione per la gestione associata delle funzioni sul trasporto pubblico locale. A illustrarlo al consiglio è stato l'Assessore provinciale ai trasporti, che ha illustrato il procedimento che porterà ad una gara di appalto dei servizi unica a livello regionale. “Noi arriviamo a questo passaggio in maniera decisamente più tranquilla rispetto ad altre province, in virtù della decisione che abbiamo assunto lo scorso anno su percorsi e tariffe che ci consente di guardare al 31 dicembre del 2011 senza alcun tipo di timore – ha spiegato Perferi.
Per onestà intellettuale devo dire che questo tipo di impostazione, individuata dalla Regione, la riteniamo irta di difficoltà, anche se la convenzione porta una serie di correttivi e aggiustamenti che rendono l'atto praticabile. Ci sarà una conferenza unificata che avrà il compito del controllo e dell'indirizzo sul contratto unico di trasporto pubblico della quale faranno parte province, comuni capoluogo e rappresentanti dei piccoli comuni tra i quali ci sarà anche Montemignaio. Quello che approviamo oggi lo definisco un atto di consapevolezza istituzionale”, ha concluso l'Assessore.
Nel dibattito sono intervenuti il consigliere del Pdl Claudia Amatucci, che ha evidenziato come l'atto sia un passaggio obbligato e necessario ed ha annunciato quindi un voto tecnico di astensione del gruppo. “Non si tiene abbastanza conto delle esigenze degli anziani e dei piccoli centri”, ha affermato l'esponente del Pdl, mentre il capogruppo della FdS Alfio Nicotra ha affermato che “non convince la scelta dell'ambito regionale, con territori troppo diversi tra loro, e lo strumento che ne viene fuori non è razionale. Per questo voteremo contro, pur apprezzando il lavoro fatto dall'Assessore Perferi per migliorare questo strumento”, ha concluso Nicotra.
Il capogruppo di SeL Alessandra Landucci ha detto che “la riorganizzazione del trasporto pubblico su base regionale è la risposta della Toscana ai tagli sconsiderati del Governo Berlusconi”, mentre il consigliere del Pd Simone Pellegrini ha sottolineato come la Provincia di Arezzo sia riuscita in questa fase a gestire all'interno del proprio territorio linee e percorsi, grazie al lavoro fatto nei mesi precedenti. “Dobbiamo però essere certi che ci sia una tutela dei lavoratori, e la salvaguardia di altri aspetti legati al territorio e alle sue specificità”, ha affermato il rappresentante del Pd, mentre il capogruppo dell'Idv Sara Boncompagni ha annunciato il voto favorevole del suo gruppo ed ha rimarcato i tagli del Governo a questo settore. Voto di astensione, invece, quello annunciato dal capogruppo dell'Udc Simone Palazzo e dal consigliere del gruppo misto Carlo Carbonai. Prima della votazione, il capogruppo del Pdl Lucia Tanti ha chiesto al Presidente Alpini di convocare un incontro con i consiglieri regionali aretini per un dibattito sulle cose che dovranno essere fatte. “Siamo sempre stati favorevoli a un gestore unico, ma ci sono punti che devono essere analizzati”, ha concluso Lucia Tanti. La votazione ha poi visto l'approvazione dell'atto con 15 voti favorevoli, uno contrario e 8 astenuti.