‘Stoner’ un romanzo di John Williams

Stoner è il cognome del protagonista del romanzo. La storia narrata nel libro è lunga tutta una vita, quella di William Stoner, appunto. Minimi cenni alla sua infanzia e adolescenza, la vera storia inizia con il suo ingresso all'università, ad appena vent'anni, quando si iscrive alla facoltà di Agraria, finendo per laurearsi in Lettere, grazie all'ispirazione del suo insegnante Archer Sloane. In tutta la sua vita avrà solo due amici, Dave Masters e Gordon Finch, anche se il primo morirà tragicamente nella Prima Guerra Mondiale Si innamora di una bella e giovane donna di nome Edith Bostwick, che pare ricambiare i suoi sentimenti. I due quindi si sposano. Forse per la educazione troppo rigida e la quasi nulla conoscenza della esternazione dei sentimenti da parte di entrambi, il matrimonio sarà difficile, anche se allietato dalla nascita della loro unica figlia, Grace. Non si capisce perché il matrimonio di Edith e Stoner sarà così difficoltoso e privo d'amore, forse perché troppo diversi, forse perché incapaci di esprimersi realmente uno con l'altro. Fatto sta che Stoner è molto affezionato alla figlia e tenta di ristabilire i rapporti con Edith, che, agli occhi di tutti, è una moglie amorevole e affettuosa.
La vita di quest'uomo sarà scandita da questo genere di eventi, alcuni belli e piacevoli, altri dolorosi, altri ancora di nessuna rilevanza, come è la vita di tutti noi.
È questo che John Williams ha voluto centrare. Una vita comune narrata in un romanzo incredibile.
La vita di John Williams può coincidere in alcuni casi con quella del suo protagonista.
Nato nel 1922 a Clarksville e morto nel 1994 a Fayetteville, visse in una famiglia modesta, prese parte alla Seconda Guerra Mondiale come sergente della United States Army Air Forces, e solo dopo si iscrisse all'Università di Denver dove pubblicò i suoi primi due libri: un romanzo e una raccolta di poesie.
La narrazione di Stoner è chiara e lineare, il narratore sempre lo stesso, gli eventi non sono eccezionali, anzi, di sicuro la vita di un ipotetico William Stoner non verrebbe raccontata come un'avventura emozionante in un film, né sarebbe oggetto di discussione in un gruppo di concitati amici seduti al bar.
Tutto sta in questo. Un libro, neanche troppo lungo, che contiene tutto un intero talento per diventare un vero scrittore, che sa veramente giocare e trasfomare le parole nella melodia di una storia indimenticabile.
Peccato che John Williams non abbia scritto nessun testo scolastico di storia. Credo che così si sarebbero evitati un mucchio di studenti rimandati a settembre.

Stoner è edito da Fazi, 332 pagine, euro 17,50.
Di John Williams è stato pubblicato in Italia un altro libro: Augustus. Il romanzo dell'imperatore.

Articlolo scritto da: Irene Mori