Anna Tatangelo riceve il Premio “Arte e cultura per il sociale”

618
Anna Tatangelo
Anna Tatangelo

 

Il prossimo 18 novembre presso il Teatro Mecenate di Arezzo, Anna Tatangelo riceverà il riconoscimento “Arte e cultura per il sociale” in occasione della cerimonia di consegna del Premio Internazionale Semplicemente Donna.

“Qualche notte sento le sue mani che non so fermare, che mi fanno male”. Con queste parole Anna Tatangelo parla del tema della violenza sulle donne attraverso il brano di denuncia “Rose spezzate”. Una canzone di denuncia con cui Anna ha aderito all’associazione Doppia difesa di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno, alla quale ha poi devoluto il ricavato delle vendite del brano.

La Giuria del Premio Internazionale Semplicemente Donna ha così deciso di assegnare il riconoscimento “Arte e culture per il sociale” ad Anna Tatangelo, un’artista da sempre impegnata in prima linea contro la violenza sulle donne come dimostra anche la campagna pubblicitaria di cui è stata testimonial insieme allo stilista Fabio Coconuda il cui messaggio è appunto “Basta! No alla violenza sulle donne”.

“L’obiettivo da raggiungere è la creazione di una vera e propria rete di donne solidali tra loro che si confessano le violenze subite – spiega Anna Tatangelo. Spesso la difficoltà maggiore, sta nell’uscire dal guscio, ammettendo a se stesse di avere subito una violenza, che spesso proviene proprio da chi dovrebbe amarci di più. E poi c’è la questione dell’educazione maschile: ho un figlio maschio e non è vero che uomini e donne sono così diversi, la differenza la facciamo proprio noi mamme che dobbiamo sensibilizzarli fin da piccolini, insegnando loro ad amare e rispettare incondizionatamente l’universo femminile”.

II edizione Premio Internazionale Semplicemente Donna

Le Premiate:
Rosaria Aprea riceverà il Premio “Coraggio”, Elisabetta Tripodi “Impegno Sociale”, Anna Scalfati “Giornalismo”, Anna Tatangelo “Arte e cultura sociale”, Selene Biffi “Imprenditoria sociale”, Manuela Dviri “Donna per la Pace”, Vjosa Dobruna “Coraggio e solidarietà”, e Silvia Frezza “Impegno civile”.