Conferenza di Silvia Bianchi

Terzo appuntamento del ciclo di conferenze “Protagonisti del Novecento aretino”, organizzato dalla Società storica, in collaborazione con il Comune di Arezzo. Martedì 11 febbraio Silvia Bianchi parlerà della figura di “Giuseppe Ficai (1880-1960), uomo, medico, scienziato”. Come consuetudine, l’incontro è in programma alle ore 17,30, nell’auditorium Aldo Ducci di via Cesalpino. Le conferenze, tutte dedicate ad uomini che con la loro opera hanno improntato il secolo da poco concluso, si protrarranno fino alla fine del mese di marzo.
Vari esponenti della famiglia Ficai, oggetto di uno studio della relatrice, hanno raggiunto traguardi professionali e conquiste personali ragguardevoli. La storia della famiglia savinese è stata ricostruita, nel contesto storico-sociale ed economico di riferimento, attraverso lo spoglio documentario e bibliografico e l'inventariazione archivistica. Giuseppe Ficai ha dato lustro alle scienze mediche in Italia e all'estero, mostrando attraverso la sua vita il carattere e le inclinazioni di molti suoi antenati filantropi; inclinazioni che hanno visto nel “lascito Ficai” l'ideale conclusione di un lungo percorso.
Silvia Bianchi, aretina, 30 anni, ha studiato all'Università di Siena, sede in Arezzo, conseguendo la laurea triennale in Scienze per i beni culturali, con indirizzo archivistico-librario, e le lauree specialistiche in Archivistica e in Storia. È anche in possesso del diploma di archivista, paleografo, diplomatista ed è in procinto di ottenere il dottorato di ricerca in “Istituzioni e archivi”. Collabora da oltre dieci anni come archivista con enti pubblici e privati e scrive come free-lance per testate locali.
Curato da Luca Berti, il ciclo di conferenze della Società storica aretina si propone non soltanto di completare la galleria di “protagonisti” aretini del secolo scorso delineatasi con le precedenti iniziative, ma anche di fornire elementi utili per una più analitica ricostruzione delle vicende storiche della nostra città, inserendole nel più vasto contesto regionale e nazionale.
La conferenza successiva è in programma il 18 febbraio, quando Giovanni Galli parlerà di Camillo Lelli (1849-1938), sindaco di Arezzo durante la Grande Guerra. Gli incontri sono ad ingresso libero, con dibattito finale aperto a tutti.