Giostra del Saracino: penultimo giorno di prove – foto

ore 23.35 – Dopo i primi due tiri i giostratori bianco verdi percorrono la lizza al passo. L’ottimo punteggio ottenuto può già valere per la serata. Da ora e sino al termine la tensione nella coppia di Sant’Andrea sarà sotto lo zero ed i due giostratori si potranno dedicare agli ultimi ritocchi.

Domani ultima serata di prove con i quartieri che scenderanno in lizza nell’ordine con cui affronteranno il Buratto sabato sera. La settimana si è aperta all’insegna dei punteggi alti e così è proseguita sino a questa sera. Se i pronostici sono sempre difficili per la prossima Giostra sembrano impossibili da fare tanto sono vicini i quartieri. Tutti i contendenti hanno sin qui fatto vedere di aver ben lavorato in inverno e di essere giunti a questo appuntamento nella migliore condizione possibile.

ore 23.22 – Porta Sant’Andrea chiude la serata di prove. Primo tiro di Enrico Vedovini e subito cinque. Non è da meno Stefano Cherici che, anzi, marca un 5 ancora più netto.

ore 22.55 – E’ ora la volta di Porta Santo Spirito. Cinque sia per Elia Cicerchia che per Gianmaria Scortecci al quale però è servito un tiro in più per colpire il centro. La serata di prove è iniziata con una decina di minuti di ritardo in quanto non era presente l’ambulanza.

ore 22.25 – Seconda mezz’ora e Porta del Foro in lizza. Il primo tiro è di Luca Veneri che fa gridare al cinque i propri sostenitori ma seppur vicinissimo al massimo punteggio il giostratore si è fermato nel 4. Il centro arriva al tiro successivo. Stefano Mammuccini nei suoi due tentativi ha marcato altrettanti 4

ore 22.10 – Siamo ormai arrivati agli ultimi appuntamenti con le prove dei giostratori. Il netto miglioramento delle condizioni atmosferiche ha portato in Piazza quel pubblico che era mancato nelle serate precedenti. E con il tempo è migliorata anche la mira dei giostratori, almeno di quelli di Porta Crucifera, che hanno aperto la serata di prove. Carlo Farsetti ha effettuato due tiri ed in entrambi ha colpito il centro del tabellone, Stessa sorte per il primo colpo di lancia di Alessandro Vannozzi che poi, ha portato in piazza la cavalla di riserva, si è attestato costantemente sul quattro.