In calo vacanza in campagna, al via Giornata nazionale agriturismo

Roma, 21 mar. (Labitalia) – Il 2013 è stato un anno ‘nero’ per il turismo italiano, con un crollo superiore al 16% dei viaggi per vacanze, ancora più netto per i viaggi brevi (-23%) che sono la ‘base’ stabile delle prenotazioni in agriturismo. E i primi mesi del 2014 non hanno riservato soddisfazioni per la vacanza in campagna, con cali sensibili del numero delle presenze e punte del -5% sullo stesso periodo del 2013 e con un decremento generalizzato di oltre il 15-20% se il confronto viene fatto con le ‘annate d’oro’ per il comparto. A lanciare l’allarme è Turismo Verde-Cia, l’associazione nazionale agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, che promuove per domenica 23 marzo l’ottava edizione della ‘Giornata nazionale dell’agriturismo’.
Si inaugura così la stagione con aperture ed eventi speciali nelle strutture ricettive aderenti all’iniziativa. Verranno proposti sconti, itinerari culturali, degustazioni guidate e presentazioni di servizi innovativi in azienda. In particolare, questa edizione sarà dedicata alle iniziative di successo adottate da molti operatori agrituristici per contrastare la persistente crisi economica.
“E gli operatori aspettano fiduciosi il periodo pasquale e i prossimi ponti di primavera del 25 aprile e del primo maggio, che si preannunciano lunghi e assolati, per prendere una ‘boccata d’ossigeno’ e fare il pieno di clienti. Con quasi un milione di ospiti attesi tra ristorazione e pernottamenti”, sottolinea la Cia.