Tempo di tirocini formativi per gli studenti del Buzzi di Prato e del Galilei di Arezzo

138
Studenti a scuola

Creare un ponte tra scuole e impresa, tra domanda e offerta di lavoro, sviluppare le capacità professionali degli studenti, creare occasioni di confronto sulla formazione dei lavoratori di domani per rispondere alle esigenze del territorio e dei diplomati tecnici. Sono gli obiettivi su cui Estra ha avviato da tempo un percorso condiviso con alcuni istituti tecnici professionali tra cui il  Buzzi di Prato e il Galilei di Arezzo che hanno scelto di avviare percorsi formativi in particolare con Centria Reti Gas la società di distribuzione del metano.  Il mercato dell’energia è in continua evoluzione anche dal punto di vista delle nuove prospettive occupazionali ed Estra – disponibile anche ad attivare altre collaborazioni –  può offrire al mondo scolastico la propria esperienza di azienda che opera in tutta la filiera dell’energia: dall’approvvigionamento alla realizzazione degli impianti.

Un’esperienza formativa e di confronto diretto per gli studenti – dichiara Roberto Banchetti, presidente di Estra- che possono sviluppare le loro capacità professionali ma anche per le scuole stesse che possono fornire conoscenze basate sulle competenze richieste dalle imprese e programmare più efficacemente le attività scuola-lavoro. Estra è un’azienda vicina al territorio di riferimento dove investiamo gran parte delle nostre risorse. Abbiamo a cuore la crescita del territorio e siamo particolarmente attenti ai giovani non con le parole ma con i fatti. La realizzazione di stage con gli istituti scolastici ne è un esempio.

Durante lo stage a Centria,   i ragazzi dell’ITIS “G.Galilei” di Arezzo, hanno l’opportunità di toccare con mano le caratteristiche di un’azienda, la sua struttura, le modalità di organizzazione e suddivisione delle diverse attività, i tipi di relazione esistenti tra i diversi settori di un’impresa. Gli studenti saranno inseriti all’interno del “Servizio Impianti” che si occupa della gestione delle apparecchiature gas metano, degli impianti di Protezione catodica della condotte in acciaio, sempre per gas metano, e degli impianti ad energia rinnovabile, come i sistemi fotovoltaici. Lo stage si sviluppa in due fasi. A giugno e luglio primo step con i ragazzi del quarto anno: durante le 4 settimane di svolgimento, gli studenti sono affiancati dal personale operativo e avranno la possibilità di constatare da vicino le metodologie di lavoro, l’applicazione delle procedure aziendali e la professionalità del personale operativo. Gennaio e febbraio secondo step dello stage per una durata di 2 settimane, con i ragazzi al quinto anno che, affiancati dal personale tecnico, svolgeranno attività d’ufficio e predisporranno un elaborato tecnico relativo all’argomento affidato che dovrà contenere riferimenti di natura operativa e tecnico-organizzativa. Al termine dello stage gli studenti saranno chiamati a presentare una relazione tecnica che sarà valutata dagli stessi tecnici di Centria.