La visita del governatore Rossi a Montevarchi

Enrico Rossi
Enrico Rossi

Si è svolta sabato 22 marzo intorno alle 12 la visita del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi a Montevarchi, accompagnato dall’Assessore ai Trasporti della Regione Vincenzo Ceccarelli. La sua presenza a Montevarchi si è svolta nel contesto di una visita a diverse città del Valdarno che lo ha visto fermarsi anche a San Giovanni Valdarno, a Cavriglia, a Levane, a Terranuova Bracciolini e a Loro Ciuffenna. Al suo arrivo Enrico Rossi è stato accompagnato dal Sindaco Francesco Maria Grasso e dalla Giunta a un sopralluogo alla frana di Ricasoli dove ha incontrato i cittadini residenti nella frazione. Successivamente il Presidente ha raggiunto il centro di Montevarchi e si è recato al Memorario (l’autostazione e uno dei principali snodi regionali del sistema ferro – gomma). La sua visita è poi continuata lungo i vari cantieri aperti nel centro storico della città grazie al Piuss, da via Marzia, a via Cennano, alle piazze Garibaldi e Cesare Battisti incontrando in questo contesto anche imprenditori e commercianti che stanno investendo in varie attività del centro cittadino. Infine ha effettuato un sopralluogo presso l’ex Filanda e il nuovo centro culturale Ginestra, Fabbrica della Conoscenza che sarà inaugurato il prossimo 3 e 4 maggio. Il Sindaco ha colto l’occasione per invitarlo ufficialmente all’inaugurazione del centro. Durante la sua passeggiata lungo via Roma Enrico Rossi ha incontrato l’ex Sindaco di Montevarchi Tito Falagiani, uno dei personaggi storici della politica montevarchina, con il quale si è fermato cordialmente a parlare  e dal quale ha ricevuto un caloroso incoraggiamento per la sua attività di Governatore. Al termine della visita alla Ginestra Enrico Rossi ha incontrato la stampa. “Sono in una città e in territorio dove vedo che si spendono bene i finanziamenti regionali, ad iniziare dal nuovo ponte e la nuova variante alla strada regionale 69 che sta per essere conclusa nel territorio aretino – ha spiegato il Governatore – e vedo una città dove si ristrutturano piazze, strade, edifici, si apre un centro culturale nuovo con una biblioteca e altri spazi integrati. Mi viene da pensare che si può vivere di cultura, che si può alimentare il nostro spirito, altrimenti la nostra vita regredisce. Ma al tempo stesso questo è anche un investimento economico. Qui verranno i nostri giovani a studiare, si formeranno gli adulti di domani. Poi vedo imprenditori che hanno voglia di investire, aprono negozi, anche perché il proprio comune investe in strade e piazze, si è posto l’obiettivo di recuperare luoghi che sono la storia della città”. Il Presidente Rossi ha poi ampliato la sua visuale e partendo dalla zona della Ginestra ha ricordato che: “anche da queste zone passava la via Franchigena che noi, prima regione in Italia stiamo recuperando nel suo tratto di circa 460 km da Pontremoli a Radicofani e sarà un investimento per la nostra economia, il nostro turismo. Poi vedo le aziende di questo territorio, Prada e non solo, anche tante altre che attraggono investimenti, curano l’export e questo anche grazie agli sforzi della nostra regione”. Sempre parlando di economia Rossi ha anche accennato ai nuovi fondi strutturali del periodo 2014 – 2020 per i quali stanno per uscire i bandi: “noi vogliamo dare questi finanziamenti alle aziende che creano sviluppo, creano posti di lavoro e in questi anni di crisi la nostra regione ha comunque retto anche grazie allo sforzo degli enti pubblici che hanno investito in questi settori e la Toscana ha fatto la sua parte”. Infine, prima di ripartire da Montevarchi, il Governatore ha fatto un accenno anche allo sforzo che la Regione sta facendo sul piano ambientale e in particolar modo sulle frane: “Vengo dalla frazione di Ricasoli dove i cittadini mi hanno ringraziato per lo sforzo fatto in questo primo intervento, che è un grosso lavoro”. La giornata in Valdarno di Enrico Rossi continua con la visita a Terranuova Bracciolini e a Loro Ciuffenna.