Aretini al voto: tutte le curiosità

Novità per la trasmissione dei dati in alcune sezioni pilota

Elezioni - amministrative

Domenica, come noto, si vota per il referendum costituzionale e saranno 74.961 gli elettori chiamati alle urne con prevalenza delle femmine, 39.415, sui maschi, 35.546. Tra questi, e dunque voteranno ad Arezzo, 3 italiani residenti all’estero (2 maschi e 1 femmina) che hanno presentato la domanda di esercizio dell’opzione per il voto in Italia e ancora 3 italiani (3 maschi) che risiedono in Stati con cui l’Italia non intrattiene relazioni diplomatiche o nei quali la situazione politica o sociale non garantisce l’esercizio del voto per corrispondenza. Voteranno invece esclusivamente all’estero per corrispondenza 2.154 elettori di cui 1.125 maschi e 1.029 femmine.
La sezione più piccola è la 85 di Santa Maria alla Rassinata con 70 iscritti. Quella più grande è la 73 del Bagnoro con 1.133 iscritti.Sono 14 gli elettori che voteranno presso il proprio domicilio in quanto affetti da gravissima infermità, tale che l’allontanamento dall’abitazione risulta impossibile anche con l’ausilio dei servizi organizzati dal Comune.Si deve parlare di aretine, dunque al femminile, per quanto riguarda l’anzianità di voto e le new entry neo-maggiorenni: la più anziana è residente a Marcena ed è nata nel marzo 1909 mentre in tre compiono i fatidici 18, decisamente in “zona Cesarini”, proprio il giorno del voto. Novità di quest’anno sono alcune sezioni pilota dalle quali i presidenti di seggio trasmetteranno all’ufficio elettorale del Comune in tempo reale e in via informatica i dati delle operazioni di votazione e scrutinio: 1-2-3 di palazzo comunale, 59-60 di Indicatore, 63-64-93 di Quarata, 56-57-87 della scuola elementare Elio Bettini e 27-28-29-90 della scuola elementare Francesco Severi.