Drew Mcconnell Babyshambles dj set in esclusiva nazionale! ad Arezzo

Drew Mcconnell
Drew Mcconnell

E’ il cuore pulsante dei Babyshambles, insieme al frontman Pete Doherty. Entrambi sono i fondatori  di questa band, che dal 2004 ad oggi ha scalatoi vertici delle classifiche mondiali. Un successo dietro l’altro, cominciato con il singolo “Fuck forever” e replicato successivamente con altre hits che hanno riscosso ampi consensi in tutto il mondo, come “Delivery”, “You talk” e moltissime altre.  Ben tre album fenomenali, con cui i Babyshambles sono entrati a pieno regime nell’Olimpo del rock mondiale.

Drew Mc Connell, in tutto questo, è una colonna portante. Bassista, compositore e cantante insieme a Pete. In pratica il suo corrispettivo. Colui che ha la capacità di arrangiare i brani composti da Doherty, e di farne vere e proprie opere d’arte.

Ma quando è lontano dai tour, Drew si trasforma in un poliedrico dj. Seleziona tutto il meglio della storia del rock internazionale, tanto che a Camden town possiede una clubnight dove settimanalmente propone il top dell’indie-rock.

Ora, per la prima volta in assoluto, e per un’unica data italiana nel 2016, Drew approda ad Arezzo per la serata Vogue Party al Class 125. Una serata imperdibile, per tutti gli amanti dell’indie rock. Un’occasione per trovarsi di fronte ad una leggenda del rock internazionale.

DREW Mc CONNELL

Musicista, cantante, compositore e dj. Un artista poliedrico, talentuoso e assai intrigante. Drew McConnell, da tutti conosciuto per essere il bassista e seconda voce dei Babyshambles, è da oltre 10 anni una delle figure più interessanti e performanti del panorama indie britannico. Non per niente è, insieme al frontman Pete Doherty, uno dei pilastri e fondatori dei Babyshambles.

La sua carriera da musicista comprende numerose esperienze, ma forse non tutti sanno che da parecchi anni è anche un dj molto stimato nelle maggiori indie-night europee. Le sue selezioni comprendono i grandi classici della scena indie internazionale, senza tralasciare i pezzi da ’90 della musica inglese dei decenni precedenti: dal glam al punk, passando per gli indimenticati 60’s fino alla new wave, post-punk e brit-pop. Insomma, un lungo viaggio attraverso tutto il meglio che sia stato prodotto in oltre 40 anni di storia della musica rock, alternativo e non solo.

Nella sua carriera da dj, che si incastra ai numerosi tour che il musicista affronta sia con la band di provenienza che con i suoi side-projects, Drew ha collezionato presenze nelle maggiori indie-nights inglesi ed europee. E anche in Italia, negli anni passati, ha messo a segno dei colpi davvero incredibili nei club più rinomati della scena indie del Belpaese.

BIOGRAFIA

Drew McConnell è il bassista e seconda voce dei Babyshambles, la band formata e dal frontman dei Libertines, Pete Doherty. Ha vissuto a Tenerife, Spagna, per gran parte della sua infanzia, e parla spagnolo. Precedentemente nella banda Elviss, McConnell partecipa a una serie di side-project, come The Phoenix Drive e ha suonato il contrabbasso e pianoforte con il cantante / compositore irlandese Fionn Regan. Inoltre ha scritto e la registratoparecchio materiale da solista.

Parallelamente Drew ha messo in piedi un collettivo musicale dal nome Helsinki, con il quale si esibisce da solista interpretando anche alcune versioni delle canzoni dei Babyshambles, come ad esempio una versione swing del singolo “Delivery”. Tra i membri di questo collettivo sono Stephen Grande degli Squeeze e Albert Hammond Jr degli Strokes,

McConnell è inoltre coinvolto nel movimento antirazzista Love Music, contribuendo con una canzone dei suoi Babyshambles e degli Helsinki su un CD pubblicato come copia omaggio del NME nel 2007.

La sua instancabile vena artistica lo ha portato anche a fronteggiare il collettivo musicale Mongrel insieme a  Jon McClure dei Reverend And The Makers e alcuni membri degli Arctic Monkeys.

Il 5 maggio del 2014 gli Helsinki di McConnell hanno pubblicato il loro album di debutto dal titolo “Coast of Silence”. Tra i 12 brani sono inclusi anche “New Pair” e “The Very Last Boy Alive”, che sono stati anche registrati dai Babyshambles.

Nel 2015, ha pubblicato un altro album intitolato “A guide for the perplexed”, che comprende il brano “Choices” in cui compare anche un featuring di Pete Doherty.