Il Giro d’Italia ad Arezzo: concorsi per le scuole primarie, medie e superiori della città

girotoscana 2012

In vista dell’arrivo del Giro d’Italia ad Arezzo il Coni provinciale, l’assessorato allo sport del Comune di Arezzo, l’ufficio scolastico provinciale e la Provincia indicono due concorsi dedicati uno alle scuole primarie e medie, l’altro alle scuole superiori della città.

“La bicicletta: gioco, sport, tempo libero, salute, soluzione al traffico” questo il titolo del concorso per primarie e medie, mentre gli studenti delle superiori dovranno sviluppare la traccia: “Il Giro d’Italia nel territorio aretino: nella memoria personaggi, atleti ed eventi”. L’iniziativa è stata presentata dall’assessore Lucia Tanti, dal delegato provinciale del Coni Giorgio Cerbai, dalla preside della IV novembre, Rosella Puzzuoli, in rappresentanza dell’ufficio scolastico provinciale e da Guido Perugini della Provincia.

L’assessore Tanti: “inizia il percorso di sensibilizzazione nelle scuole cittadine di avvicinamento al Giro d’Italia, che vogliamo sia una festa per Arezzo. Abbiamo già cominciato valorizzando la figura di Gino Bartali e adesso siamo al lavoro per altri eventi collaterali. Questa dei concorsi è un’iniziativa più organica e successivamente faremo due ulteriori approfondimenti: con le altre discipline sportive collegate al Giro e con le categorie economiche, che saranno parte fondamentale di questo grande momento di sport e condivisione. La diretta della Rai sarà di due ore e verranno presentate anche alcune eccellenze del territorio. Qui sta l’importanza del turismo sportivo, che vogliamo potenziare: in merito ho già avuto un incontro con l’assessore Marcello Comanducci. E il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini è pienamente operativo per la parte della manutenzione. La sfida è importante e siamo sicuri di avere tutti gli strumenti per raggiungere un grande risultato”.

Giorgio Cerbai: “i concorsi sono due, a differenza di quanto avevamo fatto in precedenza con l’arrivo della Tirreno – Adriatico. I ragazzi delle superiori saranno impegnati in una ricerca storica, di approfondimento. Le scuole, di ogni ordine e grado, hanno già risposto in maniera significativa. Inoltre, anticipo gli altri eventi collaterali che stiamo organizzando in attesa della corsa rosa: le atlete della ginnastica Petrarca prossimamente faranno due spettacoli in piazza della Libertà ‘Il muro di Berlino’ e ‘La vita è bella’. E stiamo avviando anche un percorso con tutte le scuole ciclistiche della provincia”.

Rosella Puzzuoli, preside della IV novembre: “questo concorso è un momento in più, che coinvolge la città intera, e diventa un’importante possibilità di educazione nell’ambito della salute e del rispetto per l’ambiente. Bello il tema proposto e abbiamo già cominciato a lavorarci con i vari docenti: di storia, educazione artistica, tecnica e lettere. La scuola non è una cosa a sé stante, fa parte della città, saranno gli studenti il nostro futuro, ed è giusto che fin da ora entrino a far parte della comunità in maniera attiva”.

Guido Perugini: “il Giro d’Italia è un evento straordinario che va raccontato in tutti i suoi dettagli. Nelle due ore della diretta televisiva milioni di utenti si collegheranno da tutto il mondo e vedranno una città in festa, un territorio ricco di bellezze e eccellenze. E’ un evento che va al di là dell’agonismo, è una festa di popolo che auspico coinvolga moltissimi giovani. Abbiamo il dovere di far comprendere ai ragazzi l’importanza di questa manifestazione e lo sforzo enorme che le istituzioni fanno per accogliere al meglio il Giro d’Italia”.

Il singolo alunno o il gruppo di studenti potranno produrre elaborati sotto forma di disegno, racconto, composizione o articolo, che dovranno essere consegnati presso la sede provinciale del Coni, in via Veneto 33/13, entro il 30 aprile. Una apposita commissione, composta dai rappresentanti degli organizzatori, esaminerà gli elaborati e individuerà quelli vincitori, che saranno segnalati entro il 4 maggio. Ai vincitori saranno assegnati premi consistenti in materiale didattico e sportivo per le scuole partecipanti. Tutti gli elaborati pervenuti verranno esposti presso il palazzo comunale di Arezzo.