La cooperativa Progetto 5 e l’associazione La Via dei Colori onlus, in collaborazione e con il patrocinio del di , organizzano l’evento dal titolo “Coloriamo il futuro” sul tema delle relazioni educative e di cura, con particolare attenzione alla tutela dei soggetti fragili, che si terrà sabato 16 aprile dalle 15 alla Casa Diritta.

“Un’iniziativa – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali – che parla a famiglie e operatori e invita a riflettere sulla dei soggetti deboli. Maltrattamenti e fatti odiosi di particolare gravità sono accaduti anche in , a danni di o bambini. Non ad Arezzo per fortuna ma non per questo deve venire meno l’attenzione sul tema. La politica ha il dovere di essere pronta anche dinanzi a tali situazioni per preparare una comunità a eventuali accadimenti del genere. Rifletterci tutti assieme è un modo per lanciare un messaggio di tranquillità. In termini operativi, confermo che non sono contraria alla sperimentazione di telecamere in luoghi di istruzione o degenza. Tale sperimentazione non è all’ordine del giorno, tuttavia non va esclusa come un tabù o vista come dimostrazione di sfiducia verso gli operatori. Arrivare prima che accadano certi fatti è meglio che arrivare il giorno dopo. Quando è troppo tardi per chi ha subito violenza”.

“La cooperativa Progetto 5 – spiega la presidente Maria Cristina Rossetti – opera nell’ambito socio-assistenziale e socio-educativo e da sempre si è dimostrata sensibile e attenta alle questioni riguardanti la sicurezza e la prevenzione nelle strutture di cura supportando gli operatori nei momenti di difficoltà e garantendo un continuo aggiornamento delle loro competenze. Siamo convinti che attraverso queste dimensioni passi la qualità dei servizi che ci caratterizza”.

“Siamo molto contenti – dichiara Ilaria Maggi, presidente La Via dei Colori Onlus – di essere stati invitati da Progetto 5 per portare la nostra conoscenza ed esperienza tra le famiglie e tra gli addetti ai che ogni giorno gravitano intorno ad asili, scuole, rsa o case di cura. Essere apprezzati da cooperative, educatrici e insegnanti è la nostra vittoria più bella e ne siamo orgogliosi. Nell’ottica della prevenzione e della sicurezza per i nostri figli pensiamo che questo sia un primo passo per un futuro più sereno”.

Dopo i saluti del Alessandro Ghinelli e della senatrice Donella , tavola rotonda con Maria Cristina Rossetti, presidente Progetto 5, Ilaria Maggi, presidente La Via dei Colori onlus, Chiara Tommasiello, Forum delle famiglie, Patrizia Castellucci, ASL sud-est, un referente delle forze dell’ordine. Interverranno inoltre professionisti del comitato scientifico de La Via dei Colori onlus: Barbara Laura Alaimo, pedagogista, Fabiola Brunetti, avvocato civilista, Giulio Canobbio, avvocato penalista, Chiara Peraldo Gianolino, psicologa.

Per tutta la durata del convegno i bambini presenti potranno partecipare a laboratori ludici a cura degli educatori di Progetto 5. Presenta il giornalista Diego D’Ippolito. È gradita l’iscrizione on line a www.progetto5.org/coloriamoilfuturo.

Finalità principali dell’info-day “Coloriamo il futuro” saranno quelle di sensibilizzare, informare e sostenere, coloro che a diverso titolo e con diversi ruoli si occupano di minori, anziani, disabili e persone in situazioni di disagio e di costruire una rete di tutele intorno alle persone fragili, diffondendo un approccio consapevole, competente e adeguato ai temi sensibili della relazione educativa e dell’aiuto. L’evento intende raggiungere alcune specifiche tipologie di professionisti, in particolare: operatori, educatori, assistenti di base, operatori socio-sanitari, infermieri e personale specializzato che lavora nell’ambito dei servizi alle persona, familiari o amici e tutori legali che hanno i propri cari presso tali servizi, amministratori pubblici e privati che gestiscono o dirigono strutture di accoglienza o residenza con soggetti fragili.

Progetto 5, attiva in ambito sociale da 30 anni, lavora per la promozione e la tutela della persona attraverso la gestione e la creazione di servizi educativi, di riabilitazione e di assistenza.

La Via dei Colori onlus è l’associazione punto di riferimento per minori e minoranze vittime di maltrattamenti in struttura. Nata il 2 dicembre 2010, a un anno esatto dai fatti di cronaca ai danni dei bambini che coinvolsero un asilo pistoiese, fornisce consulenza tecnica, legale e accoglienza psicologica di primo livello, orientamento e informazioni su dove e come muoversi per le vittime di violenza fisica e psicologica, per i familiari e gli addetti ai lavori.