Appalti: Oice, in primo bimestre mercato servizi ingegneria +18,9% (2)

(AdnKronos) – “Siamo molto soddisfatti – commenta Gabriele Scicolone, il presidente Oice – del risultato di questi ultimi 10 mesi dall’entrata in vigore del codice dei contratti, che hanno rilanciato la domanda pubblica di ingegneria e architettura dimostrando che la scelta di puntare su progetti esecutivi da mandare in gara era ed è giusta per il nostro settore ma ancora più per la collettività per effetto dell’innalzata qualità dei lavori che verranno appaltati”.
Negli ultimi 10 mesi, infatti, il mercato della progettazione secondo è in netta crescita rispetto ai 10 mesi dello stesso periodo precedente: +29,3% in numero e +29,2% in valore. In termini assoluti nei mesi post decreto 50/2016, da maggio 2016 a febbraio 2017, si sono raggiunti i 331 mln di euro contro i 256 mln di euro degli stessi mesi 2015 – 2016.
“Siamo però preoccupati -sottolinea Scicolone- da come sembra avviato ad essere approvato il primo correttivo che potrebbe bloccare il circuito virtuoso che iniziava ad instaurarsi attraverso una retromarcia pericolosa rispetto alla regola del progetto esecutivo a base di gara per gli appalti di lavori. Riteniamo che le aperture sull’appalto integrato vadano contenute al minimo e ai soli casi di urgenza per calamità naturali, con gli opportuni controlli e solo per chiudere i progetti già approvati ad aprile 2016 mettendoli in gara in tempi brevissimi, anche se su questo secondo punto ci chiediamo perché ciò non sia avvenuto e ci lascia quindi forti elementi di perplessità”.