Arezzo – Cuneo: le formazioni

756

Dopo una mattina fredda e nuvolosa il cielo si è sgombrato ed ora è tutto azzurro e la temperatura più mite. Condizioni ottimali per una partita di calcio. Pavanel e Gardano mettono in campo le formazioni che già ci si attendeva senza nessuna variazione di rilievo. Nelle file dei padroni di casa confermata la linea a tre davanti a Borra con centrocampo a 5 e la coppia Cutolo – Moscardelli in attacco. Yebli e Corradi sono chiamati a scardinare la difesa ospite sulle fasce laterali. In panchina non vanno Ferrario, Cenetti e D’Ursi tutti infortunati. Nelle file ospiti Gardano presenta una difesa a tre con 4 centrocampisti e Aperi a giostrare dietro le punte.

FORMAZIONI:

AREZZO: 3 – 5 -2 Borra (22); Varga (5), Rinaldi (3), Sabatino (4); Luciani (16), Yebli (6), Foglia (8), De Feudis (18), Corradi (7); Cutolo (10), Moscardelli (9).

A disposizione: Ferrari (1), Talarico (2), Cellini, (11); Muscat (13), Di Nardo (19), Benucci (21), Criscuolo (23), Gerardini (24), Quero (25), Franchetti (26).

Allenatore: Massimo PAVANEL

CUNEO: 4 –3 – 1 – 2 Stancapiano (1); Quitadamo (23), Cristini A. (14), Boni (13), D’Ignazio (29); Rosso (4), Pellini (21), Gerbaudo (11); Aperi (10); Zamparo (9), Dell’Agnello (24).

A disposizione: Bambino (12), Baschirotto F. (2), Mobilio (7), Martino (16), Genovese (18), Secondo (20), Provenzano (25), D’Agostino (26), Testoni (27), Maresca (28).

Allenatore: Massimo GARDANO

ARBITRO: Federico LONGO Assistenti: CATALDO – MANINETTI

L’Arezzo torna subito al comunale dopo il pari interno contro la Pro Piacenza per affrontare il neo promosso Cuneo in una gara che si prospetta tutt’altro che semplice. Intanto la settimana appena trascorsa è stata segnata dall’assemblea che ha approvato il bilancio societario passaggio propedeutico alla cessione di quote oltre che dovuto per legge. Nulla trapela dai diretti interessati ma i “rumors” danno per imminente la firma per la vendita delle quote ad nuovo gruppo. Dopo che nelle scorse settimane si sono succeduti i nomi di molti imprenditori, con precedenti non esaltanti in altre piazze, disposti a rilevare l’Arezzo il silenzio sugli eventuali nuovi proprietari (o proprietario) lo consideriamo un segnale positivo.

Ma veniamo alla gara di questo pomeriggio. Dicevamo di un agara che potrebbe sembrare semplice ed invece nasconde molte insidie. I piemontesi, come gli amaranto, hanno costruito la loro classifica in trasferta con 3 vittorie 2 pareggi ed una sola sconfitta. Poichè gli amaranto tra le mura amiche possono vantare una sola vittoria in questo inizio di stagione e stentano a trovare continuità di rendimento ecco che oggi si rende necessario ritrovare quella concentrazione e quella continuità di rendimetno sin qui mancata.

E’ vero che nelle ultime partite casalinghe l’undici di Pavanel ha fatto vedere delle ottime cose. Ma le azioni inprofondità sulle fasce laterali, le occasioni da rete create e tutto ciò che di buono si è visto nei primi 45’ delle ultime prestazioni non ha avuto riscontro nei secondi tempi. Anzi la squadra è sembrata proprio non essere scesa in campo per giocare la ripresa.

Oggi la vittoria è più che mai necessaria. E’ necessaria, per prima cosa, per il pubblico che in queste settimane di incertezza sul futuro della società si è stretto quanto più poteva intorno alla squadra ed ha organizzato iniziative per portare più tifosi possibile allo stadio. E’ necessaria per la classifica. La squadra, lo ripetiamo, non è assolutamente inferiore a molte altre e la classifica non rispecchia il valore tecnico dell’organico. Si pagano errori estivi come ha detto Luciani domenica in conferenza stampa ed a questi si sta rimediando. E’ necessaria infine perché arriverà, a breve, la penalizzazione per i cointributi versati in ritardo. Che sia un punto oppure tre si dovranno ritrovare nel campo. L’Arezzo ha tutte le carte in regola, nonostante le vicissitudini sin qui vissute, di arrivare, al termine del campionato, a giocarsi i play off. Una coda al campioanto che i tifosi meritano di poter vivere.

Inizio alle 14.30; tutti allo stadio a tifare Arezzo.