Blue Whale: a Milano convegno per capire come affrontarlo

383

Milano, 31 mag. (AdnKronos) – Quello che viene proposto come un gioco ora è diventato una psicosi. L’allarme sul Blue Whale, il gioco online che prevede una serie di prove, veri e propri riti autolesionistici, e che si chiude con il suicidio della vittima, è rimbalzato oggi a un convegno promosso dal Corecom Lombardia dedicato al cyberbullismo, sexting e web reputation. Decine i casi, di cui 4 segnalati a Milano, ora all’esame delle procure di tutta Italia su cui si stanno accendendo i fari di istituzioni, forze dell’ordine, associazioni e mondo scolastico.
“Grazie al nostro sportello Help Web Reputation, attivo da tre anni esatti, siamo gli unici in Europa e in Italia a riuscire ad intervenire concretamente nella rimozione di foto, video e altri materiali sensibili postati su Internet, risolvendo l’87% dei casi segnalati”, ha dichiarato la presidente del Corecom Lombardia, Federica Zanella, che ha presentato i numeri dell’attività dell’organo di consulenza e di gestione della Regione in materia di comunicazione. Negli ultimi tre anni sono state contattate 204 scuole, attivati 500 corsi coinvolgendo oltre 24mila studenti.
Nell’intreccio sempre più rapido e vertiginoso di foto, video e hashtag che rimbalzano da un capo all’altro del pianeta, attraverso le varie piattaforme virtuali (Instagram, Twitter, Facebook, Whatsapp), si perdono confini e percezione della vita e della dignità della persona.