L.elettorale: Capelli (Cp), arroganza Pd, Renzi non cambia

Roma, 10 ott. (AdnKronos) – “La scelta renziana di oggi di volere forzare la mano e costringere la Camera all’ennesima fiducia sulla legge elettorale, a pochi mesi dal voto, mettendo in cattiva luce il Premier Gentiloni, dimostra come al di là delle ‘fasi zen’, il segretario del Pd sia sempre lo stesso”. Si legge in una nota di Roberto Capelli, deputato di Centro democratico al lavoro con Giuliano Pisapia in Campo progressista.
“Quando qualcuno in questi giorni si chiede cosa sia Campo Progressista dopo la giornata di oggi alla Camera sarà più semplice spiegarlo. Cp sarà quella forza politica di centrosinistra che vorrà provare a proporre una politica diversa in Italia, in cui all’arroganza e alla supponenza che ancora troppo spesso prevale dalle parti del Pd, farà prevalere il buonsenso, la ragionevolezza e il coraggio di affrontare le scelte a viso aperto, senza ricorrere sempre a strategie e sotterfugi”.
Renzi, aggiunge, “è sempre lo stesso. Pronto a mettere a rischio la tenuta non solo del Governo, con tutto quello che ne consegue, ma anche a gettare ulteriore cattiva pubblicità su questa legislatura, regalando ai nostri avversari praterie per la campagna elettorale. Campo progressista intende la politica in un modo diverso e per questo che in campagna elettorale saremo competitivi (e non alternativi come Mdp) con tutte le altre forze del centrosinistra, a partire dal Partito democratico”.