Lo avevamo detto ieri nel commento all’ultimo giorno di prove in piazza che Colcitrone era della partita e che era stato il qaurtiere con progressi fatti in modo netto durante la settimana in piazza. Il lavoro che Catalani e Zanelli (Rettore e Capitano) hanno portato avanti da pochi mesi ha già iniziato a dare i suoi frutti. La dirigenza rossoverde dopo l’addio di Vannozzi non si è data per vinta ma anzi ha subito iniziato una programmazione seria a medio e lungo periodo. Ingaggiato Marco Cherici come uomo a terra (si vede eccome il lavoro fatto sui giostratori) i giostratori sono stati messi tutti sullo stesso piano andando ad inserire due nuovi acquisti Gabelli e Carboni.

Questa sera la Prova Generale ha fatto vedere le qualità di due giostratori Lorenzo Vanneschi e Francesco Rossi entrambi sul cinque sono andati a spareggiare per la vittoria finale.

Vanneschi è stato a dir poco perfetto colpendo due centri bellissimi dimostrando al proprio quartiere di aver fatto il gran salto di qualità.Non era semplice fare bene ma ancor più difficile fare una giostra a questi livelli. Sarà per il futuro un capitale e una risorsa nelle mani di Porta Crucifera. Buona anche la prova del suo compagno Francoia che nonostante un problema fisico ha stretto i denti andando sul quattro.

Detto dei vincitori poi c’è Sant’Andrea che ha finalmente visto il vero Rossi. Una carriera la prima perfetta andando a cancellare il cinque. Non riesce a ripetersi allo spareggio ma esce comunque dalla piazza con una grande prestazione. Il suo compagno Tommaso Marmorini ha colpito il quattro ma non ha fatto una bella carriera. Ci si poteva aspettare di più da lui visto le sue potenzialità.

Porta del Foro dopo il triplete dello scorso anno cambia coppia e interrompe l’appuntamento con la vittoria. Il titolare della giostra di settembre Gabriele Innocenti colpisce il quattro vicinissimo al cinque toccandolo, forse da lui ci si aspettava qualcosa in più. Il suo compagno Adalberto Rauco non riesce a far meglio e si ferma sul quattro anche lui.

Santo Spirito presentava un  giostratore esordiente in piazza che da soli cinque mesi si allena al buratto. La sua carriera d’esordio lo porta a colpire dritto il quattro ma purtroppo viene penalizzata perchè lenta subendo quindi la penalizzazione di due punti. La strada per lui è ancora lunga ma questa sera ha rotto il ghiaccio e l’esperienza fatta sarà per lui importante in previsione della prova generale di settembre. Il compagno Andrea Bennati non riesce a far rimanere il suo quartiere in giostra prova a cercare il centro ma non ci riesce fermandosi molto vicino in angolo sul tre punteggio assegnato dalla giuria.

Archiviata la Prova Generale domani è il giorno delle cene propiziatorie dopo sarà solo GIOSTRA.