Mille partite e cento tennisti: il Ct Giotto premia i campioni sociali

Il circolo aretino archivia un torneo sociale da record per numero di partecipanti e di incontri giocati Le premiazioni dei vincitori di singoli e doppi si sono tenute alla cena di gala all'E.vento di Talzano

321

Quattro mesi di gioco, oltre mille partite e quasi cento tennisti in campo. Il Ct Giotto archivia un torneo sociale da record che, dalla primavera all’autunno, ha animato l’impianto sportivo di via Divisione Garibaldi catalizzando il tifo e l’interesse dell’intero circolo. La manifestazione rappresenta uno degli appuntamenti più attesi e più partecipati della vita sociale, riuscendo di anno in anno ad aumentare il numero degli iscritti e il numero degli incontri giocati tra i vari tabelloni di singolo maschile, singolo femminile, doppio maschile, doppio femminile e doppio misto. Il torneo, organizzato da Patrizia Felicini e Francesco Pascuzzi con la collaborazione di Riccardo Boncompagni, ha la capacità di unire le due dimensioni che caratterizzano il Giotto (quella sociale e quella sportiva) e di coinvolgere attivamente molti dei suoi quattrocentosessanta soci e le loro famiglie. I vincitori e i finalisti sono stati premiati in occasione della cena di gala che, al termine della stagione, riunisce tutti i campioni del circolo aretino e che è stata ospitata dall’E.vento di Talzano alla presenza di atleti, tecnici, dirigenti, soci, sponsor e istituzioni.

Il successo nella competizione maschile individuale è andato a Michele Morelli che si è laureato campione sociale per il secondo anno consecutivo, vincendo la finale su Marco Sonnacchi; una conferma è arrivata anche nel doppio misto, dove Patrizia Felicini e Sonnacchi si sono imposti su La Grassa-Duranti e hanno bissato il titolo del 2016. La vittoria nel torneo femminile è invece andata a Laura Paffetti che ha festeggiato dopo una bella finale contro Giulia Butali, mentre il doppio femminile ha sorriso a Carla Tavanti e Felicini che hanno trionfato su Gasperini-Salvi. L’ultimo doppio è stato quello maschile con la coppia formata da Osvaldo Fratini e Gianluca Rossi che ha meritato il successo superando nell’atto finale il presidente Benvenuti e Tanini. Terminato il torneo sociale, in questi giorni ha preso il via la prima edizione della Coppa Davis del Ct Giotto che sta riunendo circa ottanta iscritti, divisi in sedici squadre, che si scontreranno in singoli e doppi fino all’arrivo della primavera. «Il torneo sociale – commenta Boncompagni, consigliere del Ct Giotto, – rappresenta la massima espressione della vitalità e dell’entusiasmo che caratterizza la vita sociale del circolo. Oltre ai cento tennisti che si sono sfidati nel corso del 2017, infatti, abbiamo un numeroso gruppo di giocatori di burraco che anima sempre più le serate del circolo e di soci-maratoneti, i Runners, che si ritrovano ogni domenica per correre nelle colline intorno ad Arezzo; inoltre c’è la 24ore di tennis che è giunta alla quinta edizione e che ogni estate propone una partita di beneficenza che dura un’intera giornata. Questa componente sociale ci inorgoglisce e ci motiva, di stagione in stagione, a proporre un calendario sempre più ricco di iniziative per tener viva e far crescere la dimensione sociale del Giotto».