Moria di “tortore dal collare”: nessun rischio per la salute dei cittadini

1268
Tortora dal collare
Tortora dal collare

In seguito alla segnalazione della Asl Veterinaria circa il fenomeno di decessi di “tortore dal collare” causata dalla pseudopeste aviaria o malattia di Newcastle, verificatosi in particolar modo a Ponte alla Chiassa, si informa la cittadinanza che l’infezione non determina alcun problema di natura sanitaria, se non per le specie avicole, e risulta irrilevante sia per la salute umana che per quella di altri animali.

Al fine di contenere una possibile propagazione dell’infezione occorre limitare la permanenza delle carcasse in luoghi non idonei, per cui risulta importante asportare e smaltire in sicurezza le carcasse degli uccelli selvatici o domestici. Queste possono essere rimosse con il semplice utilizzo di un paio di guanti a perdere ed essere trasportate in un sacchetto di plastica opportunamente chiuso. Lo “smaltimento” degli uccelli rinvenuti nel territorio del Comune di Arezzo è a carico dello stesso, a seguito del conferimento degli animali presso il Canile Municipale, in Via Ca’ del Lanino (zona vecchio inceneritore), negli orari di apertura dello stesso, ovvero dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 17 dei giorni feriali, mentre  nei giorni festivi solo dalle 8 alle 13.