Nasce Consorzio Fee per tutta la filiera dell’Amusement italiano

304

Roma, 9 mag. (Labitalia) – E’ nato il primo Consorzio Fee (Family Entarteinment Expo) che raggruppa tutti i protagonisti della filiera dell’amusement italiano. L’avvio ufficiale segue a ruota il grande successo della prima edizione del Family Entarteinment Expo, la fiera del puro intrattenimento che ha debuttato lo scorso marzo a Riccione diventando subito un punto di riferimento per gli operatori del settore gioco.
Il progetto del Consorzio, che registra grande partecipazione di aziende fin dai suoi primi passi e vede tra i suoi soci fondatori nomi dal calibro di Faro, Elmac, Tecnoplay, Dedem, Harding, Cogan, è molto ambizioso: riunire in un’unica casa tutti i protagonisti dell’ “amusement-only” per far sentire forte e chiara la loro voce e promuovere al meglio l’eccellenza del Made in Italy nel settore del gioco.
Produttori, importatori, distributori, operatori, gestori, parchi, sale, professionisti – tutti i segmenti della filiera che si occupa dei giochi che non contemplano vincite in denaro, i cosiddetti “comma 7” secondo la legge italiana – saranno d’ora in poi uniti nel Consorzio Fee.
“Uno strumento prezioso per dare il giusto risalto a un comparto strategico per l’economia italiana, ma troppo spesso esposto agli attacchi indiscriminati che investono l’intero settore del gaming”, spiega una nora del neonato Consorzio.
“Il Consorzio Fee avrà l’onore e l’onere di rappresentare dinnanzi alle Istituzioni e al pubblico intero il solare mondo del gioco sano, quello del tutto lontano da pericoli di dipendenze e ludopatie, quello che investe tutte le sue energie in un solo obiettivo: intrattenere e far divertire le famiglie”, conclude la nota.