Orafi: Federorafi incontra Morando, focus su reverse charge

Roma, 3 mar. (AdnKronos) – Una delegazione di Confindustria Federorafi è stata ricevuta dal vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Enrico Morando. Temi dell’incontro l’iter della proposta emendativa al Dpr 633/72 al fine di estendere l’applicazione del sistema del reverse charge all’interno della filiera orafa-argentiera e i recenti provvedimenti in materia di antiriciclaggio e di compro-oro. La proposta sul reverse charge da tempo avanzata in più sedi da Federorafi, si in una nota, riguarda l’ampliamento di un sistema già presente nel nostro ordinamento e a livello europeo e va nella direzione della lotta all’evasione Iva.
Morando, riferisce Federorafi, “ha confermato che il tema è già stato approfondito dal Mef e ha dato assicurazioni circa l’inserimento dell’emendamento in un prossimo provvedimento governativo. Sui provvedimenti in materia di antiriciclaggio e compro oro, approvati in via preliminare dal Cdm del 23 febbraio. Federorafi ha espresso le preoccupazioni circa il reale rischio di duplicazioni burocratiche per adempimenti già previsti nelle norme di pubblica o nelle leggi sull’oro nonché di costi aggiuntivi quali ad esempio quelli previsti per l’iscrizione degli operatori ad un nuovo registro”.
La presidente Ivana Ciabatti ha espresso soddisfazione per l’esito dell’incontro e ringraziato il Vice Ministro Morando per l’attenzione alle tematiche settoriali nonché la senatrice Donella per essersi attivata in proposito.