Pavanello (Macron): “In forte crescita il mercato del teamwear”

Roma, 29 mag. (Labitalia) – “Quello dello sport, in generale, è un mercato in forte crescita e il teamwear ancora di più: l’abbigliamento per praticare sport di squadra sicuramente sta vivendo un momento di grandissima crescita, perché le società sportive sempre di più vogliono dare abbigliamento di qualità ai loro tesserati anche per distinguersi rispetto alle altre società con cui competono nell’attirare giovani. Quindi, è un mercato sano e in grandissima evoluzione in Italia e in Europa”. Lo afferma a Labitalia Gianluca Pavanello, presidente e amministratore delegato di Macron, azienda leader in Europa nella produzione di active sportswear.
Macron sponsorizza più di 45 club professionistici nelle diverse discipline sportive in giro per il mondo e, secondo un recente report Uefa, figura al 4° posto nel mercato del football. Un’azienda italiana al cento per cento ma con un forte Dna internazionale.
“Noi – spiega Pavanello – produciamo in tutto il mondo. A Bologna, dove abbiamo la sede e l’headquarter, si svolge tutta la fase di ideazione, sviluppo e ingegnerizzazione del prodotto. Quindi, tutta la testa pensante è in Italia e le produzioni vengono fatte in parte in Italia e in parte all’estero, a seconda dei tessuti, dei materiali e delle tecnologie da utilizzare”.
Macron viene distribuita nel mondo attraverso diversi canali. “La distribuzione oggi è la vera arena competitiva, nel nostro settore e nell’abbigliamento in generale, dove aziende come la nostra – avverte – devono cimentarsi: ha visto una grandissima evoluzione negli ultimi anni post-crisi, nel senso che sempre di più oggi è necessario avere un proprio canale per distribuire i propri prodotti e anche per ‘deliverare’ il brand e i suoi valori a quello che poi è il consumatore”.
“Nel nostro caso, abbiamo intrapreso questa trasformazione dell’azienda – ricorda Pavanello – già nel 2010 e oggi contiamo più di 120 monomarca in giro per il mondo e quindi distribuiamo i nostri prodotti sia tramite i nostri monomarca sia tramite circa 800 negozi multimarca generici”.
Se il core business è costituito dal teamwear (abbigliamento e accessori per atleti e società sportive di calcio, rugby, basket, volley, baseball, handball, futsal, running), un’altra area importante di fatturato è il merchandising’: un’ampia gamma di articoli che comprende official kit, prodotti free time e accessori per i tifosi dei Club sponsorizzati Macron. Per i runner è stata sviluppata la linea ‘Macron Running’ costituita da capi che combinano tecnicità, funzionalità e moda. Completa l’offerta la collezione ‘Athleisure’: abbigliamento sports inspired per il tempo libero, per chi vuol vestire Macron anche fuori dal campo.
Una creatività unita alla professionalità e alla competenza della struttura operativa dell’azienda bolognese. “Oggi la nostra azienda conta, tra persone impiegate nell’headquarter, nei negozi e nelle altre posizioni nel mondo, circa 230 persone – evidenzia l’ad – e assumiamo a un ritmo di circa 10-15 persone l’anno”.
“Siamo un’azienda che è cresciuta moltissimo negli ultimi anni: siamo passati negli ultimi 10 anni – riferisce – da 10 milioni di fatturato agli 80 milioni di quest’anno. Continuiamo a crescere, vogliamo continuare a crescere: credo che un’azienda sana debba crescere e quindi necessariamente dobbiamo portare dentro persone nuove, italiane ma anche straniere proprio perché lavoriamo su tanti mercati”.
“Fra l’altro, la nostra è un’azienda che ha più donne che uomini: 60% contro 40%. E l’età media è molto bassa, siamo un’azienda giovane. Questo mix di culture diverse, molte donne e giovani genera una grande energia e crea un contesto lavorativo molto piacevole”, conclude.