Scherma: campioni di Rio ‘sfrattati’ da palestra di Milano

Milano, 21 ott. (AdnKronos) – I campioni di scherma a Rio 2016 ‘sfrattati’ dalla loro palestra di Milano. Marco Fichera, Enrico Garozzo e Andrea Santarellli, insieme a tutti gli atleti della Associazione di Scherma Cariplo Piccolo Teatro, entro martedì devono lasciare gli spazi di via Procaccini, su ordine del comandante dei vigili del fuoco di Milano, Gaetano Vallefuoco, che si è appellato alla “mancanza di contratto per gli spazi”.
L’associazione, però, ha firmato nell’ottobre 2012 con il precedente comandante un Protocollo di Intesa “che – spiega – prevede l’uso degli spazi con lo scopo di promuovere la scherma tra i Vigili e aprire la palestra alla città. Il Protocollo ha valenza annuale e si è rinnovato negli ultimi quattro anni ogni settembre”, anche quest’anno. La scadenza è quindi il prossimo 2018. “Nonostante la presenza di un regolare accordo, il Comandante Vallefuoco ha intimato all’associazione di liberare gli spazi entro martedì 23 ottobre”, spiega l’associazione sportiva. “L’ordine di liberare i locale mette in difficoltà numerosi atleti nazionali e anche di altri Paesi a una settimana dalla gara di Coppa del Mondo a Berna”.
Il comandante, nei mesi scorsi, ha sostenuto che nella palestra mancassero “norme di sicurezza e antincendio”, ma l’associazione ha risposto “puntualmente, dimostrando di essere in regola ovvero di aver predisposto quanto necessario”. “Siamo esterrefatti”, dice Girolamo Abbatescianni, presidente dell’Associazione Cariplo Piccolo Teatro di Milano, amareggiato anche dalla cancellazione del Trofeo Galimberti, eroe dei Vigili del Fuoco morto in Servizio mentre era medaglia d’oro olimpica.