Al via seconda edizione campagna su cancro seno metastatico

62

Roma, 7 feb. (AdnKronos Salute) – Rompere il silenzio che circonda il tumore al seno metastatico e ribadire l’importanza di garantire a tutte le pazienti il diritto alla migliore qualità di vita possibile, l’accesso alle migliori terapie innovative oggi disponibili, la continuità o il reinserimento lavorativo. E’ l’obiettivo di ‘Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico’, la campagna nazionale di sensibilizzazione che nel corso del 2017 ha raccolto e fatto conoscere attraverso il web, la radio, i canali social ed eventi di piazza le storie delle donne che ogni giorno combattono con grande coraggio contro questa malattia, portando in primo piano i loro sentimenti, le emozioni e le speranze. La seconda edizione è stata presentata oggi a Roma.
La campagna è promossa da Pfizer in collaborazione con Europa Donna Italia e Susan G. Komen Italia. Fino al 31 marzo tutte le pazienti potranno inviare le loro storie al sito www.voltatiguardaascolta.it: oltre alla diffusione di tutte le storie attraverso lo stesso sito, come nella prima edizione tre racconti saranno selezionati da una giuria per essere diffusi attraverso libretti formato millelire e audioracconti letti da attrici professioniste. Inoltre, una delle storie sarà selezionata per la trasposizione in un cortometraggio, che sarà diffuso attraverso i canali social e Festival cinematografici.
“Il successo registrato dalla campagna ‘Voltati. Guarda. Ascolta’ e la grande partecipazione delle pazienti – afferma Rosanna D’Antona, presidente Europa Donna Italia – dimostrano che si tratta di uno strumento efficace che aiuta le donne a uscire dall’isolamento e offre l’opportunità di esprimersi, di essere ascoltate, di raccontare la loro esperienza di vita. Possiamo dire con soddisfazione che sta finalmente cominciando a crearsi quella solidarietà e consenso sociale che rappresentano una leva importante per la nostra richiesta dell’istituzione di una Giornata nazionale dedicata alle donne con tumore al seno metastatico”.