Bonus ristrutturazioni 2018: tutto quello che c’è da sapere e le novità del bonus “verde”

9503

Da un paio d’anni a questa parte, le famiglie italiane hanno la certezza di poter contare sul supporto dello Stato, quando si parla di ristrutturazioni degli immobili. Anche nel 2018 è stato infatti confermato il bonus ristrutturazioni, sebbene siano presenti non poche novità. Una delle più importanti è stata l’introduzione del bonus ristrutturazione per terrazze e giardini: il cosiddetto “bonus verde”, che è andato a completare un pacchetto di agevolazioni fiscali già particolarmente nutrito. Il vantaggio di questo incentivo? Poter procedere ai lavori di ammodernamento dei propri spazi esterni, includendoli in quelle voci potenzialmente detraibili dalle tasse. A noi non resta altro da fare che approfondire la questione del bonus ristrutturazioni, così da capire esattamente in cosa consiste e cosa ci consente di fare.

Bonus ristrutturazioni 2018: il bonus verde e le altre novità

Una delle prime novità, nonché una delle più interessanti, riguarda il già citato bonus verde: un’agevolazione fiscale presente nella nuova legge di bilancio 2018, che permette la detrazione del 36% delle spese effettuate per ristrutturare balconi, giardini e terrazzi. È possibile richiedere questa detrazione entro un tetto massimo di spesa pari a 5.000 euro, agendo dunque sulle aree dette “scoperte”. Quali sono le altre novità della legge di bilancio 2018? Ad esempio l’aumento della percentuale delle spese detraibili per la rimozione dell’amianto: si è saliti dal 50% al 65%. Viceversa, nell’arco di un anno è stata “limata” la percentuale detraibile relativa all’efficientamento energetico: in tal caso è infatti scesa dal 65% al 50%. Per quanto concerne il bonus ristrutturazioni, invece, la situazione è rimasta la medesima del 2017: si può detrarre il 50% delle spese, entro un tetto massimo di 96.000 euro.

Oltre i bonus: cosa sapere sulla ristrutturazione della casa?

Ristrutturare una casa è un’operazione che va ben al di là dei bonus previsti dalla legge di bilancio: bisogna infatti calcolare un budget specifico, prevedendo anche un extra-budget, per coprire le spese impreviste. Ecco perché è così importante andarci cauti con l’ingaggio delle ditte edili: è sempre il caso di richiedere più preventivi, per valutare le offerte migliori presentate dal mercato. In tal senso, esistono strumenti molto utili come il sito ristrutturazioni.com, il quale consente di richiedere più di un preventivo per la ristrutturazione in pochi click; inoltre, grazie a queste opzioni si può anche contare su un filo diretto con gli esperti del settore: un ulteriore “bonus” utile per chi deve ristrutturare la propria abitazione. Altri consigli preziosi? Pianificare anticipatamente la corretta sistemazione dei punti luce, per poter poi collegare lampade e lampadari. Inoltre, si consiglia anche di stare attenti alle dimensioni dei locali, così da poter scegliere mobili ed elettrodomestici delle dimensioni adatte. Infine, meglio capire sin da subito quale sistema di riscaldamento installare in casa.