Calcio: Mattarella, Mondiale per mio successore come per Pertini e Napolitano

Roma, 15 ott. (AdnKronos) – “È stata ricordata la presenza dei Presidenti della Repubblica Pertini e Napolitano, nel 1982 nel 2006, alle finali vittoriose di Madrid e di Berlino. Mi auguro che il mio successore, nel 2022, possa avere la stessa opportunità, la stessa sorte, e credo che ciò sia possibile a giudicare dall’ottimo calcio messo in mostra ieri sera dalla Nazionale. Vorrei rivolgere a Mancini e a tutti i calciatori della Nazionale i complimenti per l’incontro di ieri e la fiducia nel futuro”. Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione delle celebrazioni al Quirinale dei 120 anni della Federcalcio, alla presenza delle Nazionali maschile e femminile di oggi e di rappresentanti di quelle che vinsero gli Europei del 1968 e i Mondiali del 1982 e del 2006. Tra i campioni anche gli arbitri Pierluigi Collina e Nicola Rizzoli, direttori di gara italiani che, insieme allo scomparso Sergio Gonella, hanno arbitrato una finale dei Campionati mondiali (2002, 2014, 1978).
“Io – ha detto ancora Mattarella – mi accontento e sono ben lieto di poter rinnovare i complimenti di Pertini a Dino Zoff e agli altri campioni dell’82, e quelli di Giorgio Napolitano a Gigi Buffon (non era presente Cannavaro capitano di quella Nazionale n.d.r) e a tutti gli altri campioni del 2006. Non ricordo chi fosse il capitano della Nazionale degli Europei del ’68 -che ho seguito allora rigorosamente in bianco e nero in tv, con pari attenzione dei Mondiali successivi- ma faccio anche a loro i complimenti. Questa punteggiatura di successi nella storia del calcio italiano è ciò che in fondo rende significativa questa celebrazione. Centoventi anni sono tanti, sono in sé un evento importante, ma celebrarli sul ricordo di questi successi e sulla prospettiva di altri successi è quello che rende questo incontro una festa”. (segue)