Carceri: Grillo, inutili e dannose, vanno azzerate

49

Roma, 13 lug. (AdnKronos) – “Il sistema punitivo che stiamo adottando è antico come il mondo, ma soprattutto non funziona”. Lo scrive sul suo blog Beppe Grillo, in un post dal titolo ‘Un mondo senza carceri’. Il garante del M5S snocciola dunque i numeri dell’ultimo rapporto dell’Associazione Antigone, “che parla chiaro – scrive – dalla fine del 2015 ad oggi il numero dei detenuti in Italia è cresciuto davvero tanto, ben 6.098 in più. Il sovraffollamento è pari al 115,2%. Inoltre molte sezioni di molti carceri non vengono utilizzate”.
“Ma il vero problema è un altro – indica Grillo – sono i recidivi. Ad oggi sono un numero incredibile. Su circa 58.000 detenuti, solo il 37% non avevano mai commesso altri crimini, per il restante 63% le mura dello Stato erano già note, addirittura il 13% di loro (più di 7.000 persone) avevano dalle 5 alle 9 precedenti carcerazioni. Di tutti i detenuti, circa il 35% sono in custodia cautelare. Cioè quasi 20.000 persone. Aumentano anche chi viene arrestato preventivamente ed e’ ancora in attesa di una sentenza di primo grado. Oggi sono più di 10.000 persone. Sono numeri incredibili, allarmanti”. Per Grillo “è chiaro che servono mezzi alternativi”.