Castiglion Fiorentino: “Il governo ponga rimedio urgentemente a questo errore inacettabile”

“Il governo ponga rimedio urgentemente a questo errore inacettabile” dichiara l’assessore Milighetti

cof

“Ancora c’è tempo per evitare un errore politico ed economico” dichiara l’assessore allo Sviluppo Economico, Devis Milighetti, che aggiunge “questo Governo, portavoce del federalismo fiscale, non trasferisca il peso della propria manovra sui Comuni azzerando i trasferimenti per il minor gettito Imu/tasi”.

Si tratta del rimborso del minor gettito derivante in conseguenza della sostituzione dell’IMU sull’abitazione principale con la TASI su tutti gli immobili avvenuto nel 2014 e la successiva abolizione della TASI sull’abitazione principale. Il contributo è assegnato nell’importo di 300 milioni complessivi a circa 1800 comuni. Si deve evidenziare che la perdita strutturale di gettito per i comuni dovuta al passaggio IMU-TASI veniva già compensata solo parzialmente (la perdita a suo tempo certificata dal Mef era pari a 488 mln. di euro ridotta poi a 300 mln).

“Venga lasciata la possibilità di una leva tributaria e fiscale ai Comuni che non possono essere trasformati in meri esattori. Nel caso che tale consistente taglio venisse confermato continueremo nell’attenta valutazione delle tariffe di nostra competenza e nel recupero dell’evasione non aumentando nessuna aliquota ma è inaccettabile che siano i Comuni e di conseguenza i cittadini a pagare il conto della manovra economica del governo“, ribadisce l’assessore ai tributi. “Per il Comune di Castiglion Fiorentino si parla di oltre 294 mila euro in meno di trasferimenti dallo Stato che si sommano ad un ulteriore taglio avvenuto nel 2017 da parte del governo Renzi, che aveva già ridotto di quasi 400 mila euro il contributo rispetto al 2014. Tale taglio impedirebbe, nostro magrado, alla nostra amministrazione di poter agire come avremmo voluto sulla riduzione dei tributi locali preventivata per il 2019 oltre  ad obbligarci ad una consistente riduzione della spesa corrente a svantaggio dello sviluppo economico, della promozione del territorio e del sociale” conclude l’assessore Devis Milighetti