Chiusi della Verna, l’ultimo bilancio della legislatura va in Consiglio comunale

21

Tellini: “Orgogliosi per il lavoro fatto, ci prepariamo alle sfide future”

Venerdì 28 dicembre va all’approvazione del Consiglio Comunale di Chiusi della Verna il bilancio preventivo per l’esercizio 2019, l’ultimo di questa legislatura. Come sottolinea con orgoglio il Sindaco Giampaolo Tellini, “Per il terzo anno consecutivo riusciamo ad approvare il bilancio prima della fine di dicembre, e questo consentirà agli uffici di iniziare a lavorare operativamente subito all’inizio del nuovo anno, senza dover essere condizionati dall’applicazione dei dodicesimi; sono passaggi tecnici sconosciuti a molti ma determinanti per il normale svolgimento del lavoro dell’Ente”. Sui contenuti del bilancio Tellini osserva: “Non è mia intenzione soffermarmi a fare la lista delle cose fatte e di quelle fa fare. Le opere pubbliche sono sotto gli occhi di tutti, dico solo che rispetto sul programma con il quale ci siamo presentati nel 2014 le cose fatte sono molte di più, e anche se resta ancora molto da fare, ci stiamo preparando alle nuove sfide”. Un messaggio che sottende una intenzione – peraltro già pubblicamente espressa – di rinnovare, nella prossima primavera, la candidatura alla guida di questo Comune. “Io ed i miei consiglieri, che ringrazio tutti per l’impegno profuso e per il lavoro svolto, siamo motivati a proseguire questa esperienza amministrativa nel segno della continuità, ma visto che le elezioni ci saranno a fine maggio ci sarà tempo per approfondire le nostre intenzioni e i nostri programmi. La cosa più importante è che fra pochi mesi restituiremo ai cittadini il Comune come ce lo avevano affidato, cioè dando la possibilità a tutti di scegliere in libertà e in autonomia chi saranno i futuri amministratori di Chiusi della Verna. Noi rinnoviamo appunto la nostra disponibilità, cercheremo di implementare la squadra e di portare nuove energie, abbiamo tante cose tuttora sul tavolo e vorremmo veder ultimati diversi progetti che abbiamo cominciato in questi cinque anni. Per adesso si riparte da qui, da un bilancio sano e coi conti in ordine, con debiti diminuiti e senza nuovi mutui, una macchina efficiente e snella, tutto questo va a beneficio dei cittadini”.