Crescono gli investimenti a lungo termine: boom dei conti deposito, +44% negli ultimi anni

1101

Crescono gli investimenti a lungo termine, e ciò accade per una ragione: gli italiani sono tendenzialmente legati al risparmio, dunque ripongono tanta fiducia in forme di investimento a lungo termine come i conti deposito. Anche in tempi di crisi economica, le famiglie hanno continuato a mettere da parte somme su somme: al punto da essere arrivati ad un totale di circa 400 miliardi di euro stipati all’interno dei suddetti conti. Una sorta di vero e proprio record, ad una quota che non veniva sfiorata da circa otto anni. Ecco perché occorre esaminare la questione relativa a questo grande boom dei conti deposito.

È boom per i fondi deposito: gli italiani investono

La domanda relativa ai conti deposito aumenta, così come le somme depositate in queste forme di investimento a lungo termine. Ad oggi abbiamo già sfondato quota 400 miliardi di euro, e le previsioni sostengono che non sia finita qui. È un boom che ha portato ad una crescita del +44% negli ultimi anni, segnando un vero e proprio record dal 2010. L’aumento delle somme investite è stato anche il riflesso dei rendimenti: i tassi di attivo, minori rispetto al passato, hanno spinto gli italiani ad aumentare il carico nel corso degli anni. Considerando che si tratta di una forma di investimento particolarmente sicura, non stupisce la presenza di una fiducia così elevata da parte delle famiglie. Oltre ai depositi, cresce anche la durata degli investimenti: oggi si parla di una media di 36 mesi, il che dimostra la nuova maturità dell’investitore italiano.

Conto deposito: cosa c’è da sapere di importante?

I conti deposito sono strumenti che permettono di investire fino a 30.000 euro annui (150.000 euro in 5 anni). Come funzionano? In pratica il deposito viene vincolato per un certo periodo di tempo, e investito in alcune realtà di successo del made in Italy e non: nel mentre frutta degli interessi attivi, dimostrandosi molto solido. Come scegliere il miglior conto? Sono sempre più numerosi i risparmiatori che scelgono una soluzione “digital” e si rivolgono alle banche telematiche. Ad oggi ce ne sono molte: ad esempio CheBanca! permette di aprire un conto di deposito online a condizioni molto convenienti, soprattutto rispetto alle banche tradizionali. Cosa fare per aprire un conto deposito? Basta rivolgersi all’istituto di credito e appoggiare il proprio conto corrente al conto deposito: di solito non comporta alcuna spesa extra.

Quali sono i vantaggi del conto di deposito?

Ci sono degli ottimi motivi che rendono i conti di deposito delle grandi forme di investimento sul lungo termine. La prima motivazione è legata ai tassi attivi del rendimento: pur non essendo alti come in passato, ancora oggi garantiscono una rendita di molto superiore all’attivo di un semplice conto corrente. Fra l’altro, il correntista ha anche la possibilità di svincolare velocemente la somma (o una parte di essa) per far fronte a emergenze o imprevisti. Infine, scegliendo quello online, è possibile controllarlo da casa propria in qualsiasi istante: l’interfaccia è molto chiara e semplice da comprendere.