Dazi: Coldiretti, intesa Usa e Cina spinta da crisi soia

Roma, 2 dic. (AdnKronos) – “La crisi della soia americana è una delle ragioni che ha spinto il raggiungimento dell’intesa tra Usa e Cina dopo una guerra commerciale che ha sconvolto produzione, scambi e quotazioni a livello globale”. Così la Coldiretti commentando l’accordo raggiunto dal presidente Usa Donald Trump a Buenos Aires con il suo omologo cinese Xi Jinping che impegna la Cina a comprare immediatamente prodotti agricoli statunitensi.
La soia, sottolinea la Coldiretti, “è uno dei prodotti agricoli più coltivati nel mondo, largamente usato per l’alimentazione degli animali da allevamento, con gli Stati Uniti che si contendono con il Brasile il primato globale nei raccolti seguiti, sul podio, dall’Argentina per un totale dell’80% dei raccolti mondiali”.
La Cina, continua la Coldiretti, “è la più grande consumatrice di soia che è costretta ad importare per utilizzarla nell’alimentazione del bestiame in forte espansione con i consumi di carne. I dazi decisi dal gigante asiatico come ritorsione alle misure protezionistiche statunitensi hanno sconvolto i normali flussi commerciali riducendo le spedizioni dagli Stati Uniti. Il risultato – precisa la Coldiretti – è stato l’accumulo di soia invenduta nei silos dei grandi produttori del Midwest, e il crollo delle quotazioni che ha messo in ginocchio gli agricoltori statunitensi nonostante la ricerca di nuovi acquirenti”.