Edilizia: in Lombardia guasti ad ascensori costano quasi 100 mln l’anno

39

Milano, 17 lug. (AdnKronos) – L’Italia è il Paese con il parco ascensori più anziano in Europa: circa il 40% degli impianti in funzione ha più di 30 anni e oltre il 60% non è dotato di tecnologie moderne che garantiscano un livello assoluto di sicurezza. E’ quanto emerge da un’analisi di Thyssenkrupp Elevator Italia che evidenzia come in Lombardia, dove ci sono 84.146 edifici che hanno uno o più ascensori, per la manutenzione e la risoluzione di guasti si spendono poco più 96 milioni di euro all’anno.
Gli impianti lombardi, usati da più di 9 milioni di persone, richiedono circa 5 interventi all’anno; tra i più frequenti porte non funzionanti, schede elettroniche bruciate e bottoniere usurate: “L’ascensore -spiega Luigi Maggioni, amministratore delegato di Thyssenkrupp Elevator Italia- oggi è il mezzo più usato al mondo: i 12 milioni di impianti esistenti sono usati da un miliardo di persone”.
Secondo le stime, ogni anno in Italia si accumulano 11 milioni di ore di fuori servizio: “Ciò significa che un ascensore sta fermo per guasti mediamente 4 giorni e mezzo all’anno”, avverte Maggioni secondo il quale “il servizio di manutenzione predittiva e preventiva per gli ascensori può ridurre del 50% i tempi di fermo impianto: collegando in rete tutti gli ascensori è possibile monitorare da remoto lo stato di salute e intervenire tempestivamente”.