Infrastrutture: Rixi, ripensare a tutte le opere a mare

Piacenza, 8 nov. (AdnKronos) – “Dobbiamo ripensare a tutte le opere a mare sulle coste italiane”. Lo ha detto il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi, in un videomessaggio indirizzato al convegno ‘Concretezza. La durabilità delle opere: dialogo tra i protagonisti del territorio’ organizzato dall’Istituto italiano per il calcestruzzo, con il patrocinio del Consiglio nazionale degli Ingegneri e dell’Ordine degli ingegneri della provincia di Piacenza, nell’ambito Giornate Italiane del Calcestruzzo, in corso alla Fiera di Piacenza fino al 9 novembre.
“Purtroppo gli eventi calamitosi che si sono generati negli ultimi 10 giorni hanno fatto capire che ciò che sul Mediterraneo prima sembrava impossibile avvenisse, oggi è accaduto. Dovremo provvedere a rinforzare le opere sui litorali e anche in questo caso avremo bisogno della capacità professionalità dei nostri ingegneri, tecnici e aziende del settore per sviluppare nuovi materiali, ma soprattutto capire cosa dobbiamo fare per affrontare un clima che sta profondamente cambiando.”
In generale, ha rilevato Rixi, quello delle costruzioni è “un settore che ha bisogno di nuovo impulso. Lo studio di nuovi materiali e la capacità di potere fare diagnosi sulle opere costruite negli anni passati deve potere essere una chiave di svolta a tutela delle nostre infrastrutture”.