Lombardia: via libera Consiglio, ad Arexpo committenza e coordinamento Mind

58

Milano, 17 lug. (AdnKronos) – L’attività centrale di committenza e il coordinamento per la realizzazione del parco scientifico e tecnologico Milano Innovation District, il cosiddetto Mind, saranno affidati alla società Arexpo. Lo stabilisce la legge approvata questa mattina dal Consiglio regionale della Lombardia che ha espresso 63 voti a favore. Dieci consiglieri si sono astenuti (il gruppo M5Stelle e Niccolò Carretta dei Lombardia civici europeisti), mentre non ha partecipato al voto Viviana Beccalossi del Gruppo misto.
La legge assegna ad Arexpo, in virtù della propria qualità di soggetto proprietario dell’area, l’attività di centrale di committenza per la realizzazione dei progetti di interesse pubblico concernenti l’area che ha ospitato Expo Milano 2015, conferendole le funzioni di coordinamento tra i progetti di sviluppo dell’area a iniziativa pubblica e quelli che saranno realizzati su iniziativa privata. L’obiettivo è quello di mantenere così in modo unitario sotto un unico presidio pubblico il piano di sviluppo dell’intera operazione immobiliare. Lo sviluppo di quest’area prevede un investimento complessivo (tra interventi pubblici e privati) di circa due miliardi di euro e si poggia sul presupposto tecnico ed economico che gli interventi pubblici e privati, con la supervisione di Arexpo, vengano realizzati contestualmente.
L’Aula ha approvato all’unanimità anche un emendamento presentato dal gruppo M5Stelle che restringe al solo territorio della Città metropolitana di Milano il ruolo di centrale di committenza di Arexpo sugli interventi strettamente connessi a quelli dell’area interessata. Nella versione originaria del testo tale ruolo era esteso invece all’intero territorio regionale.