Palermo ricorda l’imprenditore Libero Grassi

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – Uno spruzzo di vernice sul marciapiedi nello stesso luogo in cui, il 29 agosto di 27 anni, fu ucciso a colpi di pistola l’imprenditore Libero Grassi, per essersi opposto al racket del pizzo. A spruzzare la vernice, alle 7.40, l’ora dell’omicidio, è stata Alice Grassi, la figlia del commerciante ammazzato da Cosa nostra. Alla cerimonia per ricordare l’imprenditore Libero Grassi hanno partecipato, oltre alla figlia Alice e il figlio Davide, l’ex Presidente del Senato Pietro Grasso, oggi leader Leu, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il prefetto di Palermo Antonella De Miro, il vicepresidente della Regione siciliana Toto Cordaro, ma anche il deputato regionale Pd Antonello Cracolici. Presente anche il prefetto Domenico Cuttaia, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura. Sul luogo della commemorazione, tra gli altri, anche la Presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio, Giuseppe Antoci e Tano Grasso, oltre al Presidente di Addiopizzo Daniele Marannano. Pochi, invece, i cittadini presenti.