Pediatria: Telefono azzurro, un caso di abuso ogni 72 ore

Roma, 4 mag. (AdnKronos Salute) – Nel 2017 ogni 72 ore circa si è verificato un caso di abuso sessuale su minore. In 4 casi su 10 la vittima ha meno di 10 anni, con una prevalenza di bambine (71,7%). I dati rilevati da Sos Il Telefono azzurro Onlus saranno presentati domani a Roma in occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia e pedopornografia presso la Camera di Commercio, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni sportive, religiose e delle Ong.
Pur confermando un quadro sostanzialmente stabile rispetto al 2016 e al 2015, i dati rivelano un fenomeno fortemente sottostimato – segnala Telefono Azzurro – del quale è difficile fornire una fotografia strettamente realistica. Basta pensare che una vittima su 3 tace per paura, per vergogna o senso di colpa e molti denunciano troppo tempo dopo, anche a venti o trent’anni dall’accaduto.
Secondo i dati relativi alla linea 114 Emergenza infanzia dell’associazione, le denunce di abuso sessuale o pedofilia rappresentano circa il 7,5% del totale dei casi gestiti dal servizio. Il 70,4% degli abusi si verifica offline. La maggior parte rientra nella categoria dei toccamenti (21,7%), seguiti da penetrazione vaginale (8,6%) e dalla costrizione ad assistere ad atti sessuali (4,4%).