Poppi e non solo, la rivincita dei piccoli borghi del Casentino

Il borgo di Poppi è stato molto apprezzato dal pubblico televisivo italiano della nota trasmissione d RaiTre “Il borgo dei borghi”

123

Poppi e non solo, cioè la rivincita dei borghi casentinesi. Nonostante sia uscito alla prima scrematura della finalissima, il borgo di Poppi è stato molto apprezzato dal pubblico televisivo italiano della nota trasmissione d RaiTre “Il borgodei borghi”.E’ stata una bella avventura”, si legge oggi sul profilo Facebook del Comune di Poppi – purtroppo non abbiamo vinto e questo ci dispiace, perché per noi, Poppi è sicuramente il borgo più bello d’Italia. Complimenti a Petralia Soprana che ha vinto e si merita gli elogi di tutti. Un grazie a tutti coloro che hanno impegnato un po’ del proprio tempo per questa avventura e un grazie al club dei borghi piu’ belli d’Italia, con il quale siamo sicuri vivremo nuovi ed intensi avvenimenti”. Come si sa, anche il borgo di Raggiolo fa parre del club, e anche se non ha partecipato a questa edizione della gara, ha vissuto tempo fa il suo momentodi gloria. Dopo un rinvio causato dalle avverse condizioni meteo, al secondo tentativo la festa di castagnatura di Raggiolo è stata un successo. Ecco come lo spiegano quelli della “Brigata di Raggiolo”, associazione che insieme al Comune di Ortignano Raggiolo ha promosso l’evento: “L’atmosfera tipica dell’autunno in Casentino, qualche bruma, due gocce di pioggia e  soprattutto la superba cornice di colori della foresta che fa da cornice a Raggiolo, hanno reso la Festa di Castagnatura di quest’anno un’occasione magica di emozioni, un confermato successo di pubblico. Fin dal sabato sera la Brigata di Raggiolo ha animato l’antico e suggestivo borgo casentinese con passeggiate e laboratori artistici, fino alla cena in piazza, con la musica intorno al grande ceppo acceso. Domenica i banchi della Mercatella hanno vivacizzato le strade del borgo fino al tramonto, mentre una folla variopinta passava dalle brice al baldino, dai dolci della tradizione al vin brulè in un vociare allegro e festoso che si spingeva fino al Seccatoio e al Mulino di Morino. Il fascino arcano di Raggiolo ha raggiunto il suo apice al tramonto, quando la luce dei lampioni che cadeva sulle pietre lucide, i rintocchi del campanile e lo spirito del luogo che vi aleggiava potente hanno prodotto scenari e sensazioni di grande suggestione, confermando il fascino avvolgente di uno dei paesi più belli e suggestivi del Casentino” Infine – ma non per ultimo – Montemignaio, che con “Aspettando il Natale nell’ultimo weekend ci ha introdotti nell’atmosfera delle feste. “Nonostante il METEO non ci abbia voluto bene, “Aspettando il Natale” ha visto molti visitatori”. In effetti l’atmosfera da presepe è una vera attrazione per grandi e piccini, dove l’albero di natale è anche un sostegno alla piccola economia locale. “Piacciano i nostri mercatini; un grazie a tutti gli espositori,alle nostre botteghe, e a Montemignaio Sviluppo per la impeccabile organizzazione”.