Sanità: Coletto, Veneto regione bechmark grazie a rispetto 100% Lea

Venezia, 21 giu. (AdnKronos) – “Mi piace pensare che l’indicazione per il Veneto sia stata determinata anche dalla capacità dimostrata, anno dopo anno, di mettere al centro la cura del malato, rispettando completamente la Costituzione, e non è facile, con la capacità di garantire al 100% l’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza, senza i quali viene meno il fondamento dell’universalità delle cure”. Così l’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto commenta l’indicazione del Veneto, con Umbria e Marche, come Regione benchmark per la sanità in Italia, ufficializzata poco fa in Conferenza Stato-Regioni.
“Mentre mi auguro che con il nuovo Governo le cose possano cambiare – aggiunge l’Assessore – non posso dimenticare che raggiungiamo questo riconoscimento a fronte di sette anni di continui tagli, reali e lineari, ai fondi per la sanità, nel corso dei quali abbiamo mantenuto i conti in ordine e sostenuto il progresso del sistema sanitario, ad esempio investendo 70 milioni l’anno in nuove tecnologie e battendo con successo la non semplice strada degli acquisti centralizzati, per comprare qualità, pagandola meno”.
“Come giustamente ha sottolineato il Presidente – conclude l’Assessore – si tratta di una vittoria di squadra, per la quale ringrazio lui in prima persona, i colleghi di Giunta e Consiglio, i dirigenti della Regione e delle Ullss e tutti i lavoratori, che ogni giorno gettano il cuore oltre l’ostacolo, spesso in condizioni difficili, prestando la loro opera ben oltre i semplici doveri contrattuali”.