Sciopero “Sportello unico” Nota dell’amministrazione comunale

176

L’Amministrazione Comunale intende fare alcune precisazioni in merito allo stato di agitazione e al proclamato sciopero da parte dei dipendenti dello Sportello Unico. 

Nel corso del corrente anno è stata dedicata una particolare attenzione alle esigenze ed alle problematiche rappresentate dai dipendenti dello Sportello i quali chiedono, essenzialmente, la chiusura il sabato mattina. L’Amministrazione, raccogliendo, durante il corso della trattativa, le istanze scaturite dalle tensioni e dalle “sofferenze” rappresentate, è venuta incontro alle varie esigenze espresse ed ha accolto, pur con qualche difficoltà, la richiesta dei dipendenti circa la chiusura dalle ore 13.30 alle ore 15nei giorni di martedì e giovedì. Ha inoltre accettato di riconoscere un progetto da loro presentato che, se andrà in porto, li vedrà premiati con € 15.000 per quest’anno 2018.

L’Amministrazione ha mantenuto pressoché costante il numero del personale, e ha previsto per il 2019 un incremento di quattro unità a fronte di nessuna domanda di pensionamento ad oggi presentata dai lavoratori di quell’ufficio, dato che si traduce in un aumento effettivo del personale. Tutto questo, finalizzato anche al mantenimento dell’apertura dello Sportello il sabato mattina, al fine di garantire ai cittadini aretini l’accesso ai servizi in una gamma di orario più ampia possibile. Si aggiunge che il personale addetto allo Sportello Unico, all’atto della sua costituzione, fu reclutato su base volontaria e nel corso degli anni è stato oggetto, oltreché di avanzamenti di carriera, anche a vari benefici economici derivanti proprio dall’appartenenza a quell’ufficio. 

Tutto ciò premesso e in considerazione delle numerose aperture fatte nei confronti dei lavoratori, l’Amministrazione Comunale mantiene la propria volontà di tutelare e garantire ai cittadini l’accesso ai servizi così come avviene in gran parte dei Comuni italiani.