Alla ricerca del paradosso teatrale con Hotel Miramare al Pietro Aretino

25

Ultimo appuntamento della rassegna Z Generation meets Theatre a cura di Officine della Cultura

Giovedì 18 aprile, con inizio alle ore 21:00, appuntamento di chiusura al Teatro Pietro Aretino di Arezzo della rassegna “Z Generation meets Theatre” a cura di Officine della Cultura, con il contributo di Comune di Arezzo, Fondazione Guido d’Arezzo e Fondazione CR Firenze. In scena i paradossi della nostra società in una coproduzione tra Italia e Romania – Catalyst e TAM Teatrul – che ha appena iniziato il confronto con il pubblico: “Hotel Miramare” su testo e regia di Riccardo Rombi. In scena Aleksandrina I. Costea, Elena Popa, Rosario Campisi, Francesco Franzosi. Assistente alla regia e traduzione Ulpia Marcela Popa. Direttore di scena Lidia Baciu. Luci Siani Bruchi, Martino Lega, Bako Zsigmond, Barbuj Zoltán.

Hotel Miramare scaturisce dall’esigenza di indagare, tramite un linguaggio il più possibile universale, i paradossi che attraversano rapidamente la nostra società, sempre più stravolta da crisi e cambiamenti culturali e sociali così profondi e radicali da farci perdere il contatto con la realtà e con la bellezza e il senso della vita. Attraverso una drammaturgia raffinata e intelligente, rigorosamente bilingue e senza sottotitoli (tranne che nel finale), grazie a un linguaggio essenziale, lo spettacolo consente di essere compreso perfettamente da tutti.

I dialoghi fluiscono in un gioco linguistico brillante e tanto profondo da farci sfiorare e percepire il “buio che c’è là fuori”, senza perdere di vista il sorriso e il potere catartico dell’ironia. Hotel Miramare rappresenta una nuova sfida, provocatoria e stimolante in direzione di una ricerca di nuove modalità di fare un teatro davvero libero, anche dai propri stessi confini, rivolgendosi a un interlocutore universale e a un pubblico transgenerazionale per condurlo, in sintesi, a riflettere sul ruolo del Teatro nella nostra vita. Scrive Riccardo Rombi: “La regia contemporanea significa, soprattutto, riscrivere il ruolo del pubblico come elemento attivo del sistema scenico. Questa presenza modifica continuamente i codici teatrali e crea le condizioni per continui esperimenti artistici. L’Hotel Miramare è costituito da una spaccatura tra il Teatro, nella sua veste di narratore straniero e distratto, e la povertà esistenziale della società contemporanea. Il protagonista dello spettacolo è il teatro, come architetto sperimentale, elemento ancora in grado di alterare l’esistenza di quell’animale sempre più fragile chiamato uomo”.

Info e prevendite. Teatro Petrarca dal mercoledì al venerdì orario 17 > 19 via Guido Monaco, 12 – Arezzo; Officine della Cultura dal lunedì a venerdì orario 10 > 13 – 15:30 > 18 via Trasimeno, 16 – Arezzo tel. 0575 27961 – segreteria(at)officinedellacultura.org. Punti vendita BoxOfficeToscana/Ticketone. Biglietteria al Teatro Petrarca il giorno dello spettacolo: orario 10 > 13 – 17 > 21; al Teatro Pietro Aretino il giorno dello spettacolo apertura dalle ore 20. Online su TicketOne.