Assemblea di Ato Toscana Sud, la soddisfazione del sindaco Ghinelli “Consensi unanimi e trasversali sul no alla creazione di un Ato unico regionale”

Rifiuti cassonetti - Aisa
Rifiuti cassonetti - Aisa

“Sono molto soddisfatto perché l’, anche oggi, ha ribadito un no categorico all’Ato unico regionale. E’ la linea che ho sempre caldeggiato e che ha riscosso, una volta di più, consensi unanimi e trasversali”.
Questo il commento del Alessandro Ghinelli al termine dell’assemblea di Ato Sud.
“Due delibere hanno a mio avviso un valore politico rilevante. Una, approvata all’unanimità, mette in evidenza la necessità di salvaguardare le autonomie degli ambiti territoriali, anche in relazione alla insufficienza di impianti di nel territorio fiorentino. La proposta della Regione, che nella bozza di revisione del piano d’ambito punta alla realizzazione di un impianto di tipo sperimentale nella zona di Stagno, a Livorno, porta alla diretta conseguenza, nello scenario che si verrebbe a creare, di un Ato unico. L’assemblea ha espresso un parere contrario: dovrà continuare a risolvere i suoi problemi di deficit impiantistico tramite le convenzioni interambito in essere con gli Ato costa e sud. La seconda delibera di grande significato, collegata alla prima, è quella con cui l’assemblea ha motivato il no all’Ato unico, che sposterebbe lontano dai cittadini e dai territori il processo decisionale su un tema delicato e importante come quello dei . Su questo punto hanno trovato convergenza sindaci di centrodestra e centrosinistra, dato politico che è alla base della mia soddisfazione”.