Campagna Amica, i formaggi de Le Fabbrie

21

L’azienda agricola Le Fabbrie di Mesina Salvatore e Gianfranco si estende per circa 100 ettari a cavallo fra i comuni di Figline Valdarno e Cavriglia in prossimità del Lago di San Cipriano. L’attività principale è l’allevamento ovino con produzione di latte, formaggi pecorini freschi e stagionati, ricotta, raviggiolo e yogurt, carne e lana. I capi ovini presenti in azienda sono circa 500, tutti di razza sarda. Fin dal 1999 l’azienda Le Fabbrie produce con metodo biologico.

La storia dell’azienda agricola Le Fabbrie inizia in Valdarno alla fine degli anni novanta, quando i genitori di Gianfranco partiti dalla Sardegna, si stabilirono a San Donato in Avane, cittadina che oggi non esiste più per l’ampliamento del bacino lignitifero tra i comuni di Cavriglia e di Figline tra il 1977 ed il 1985.

“Ed è proprio da questa storia che è nata l’idea di creare il pecorino Ligneo – spiga Gianfranco Mesina titolare dell’azienda – un prodotto che nasce pensando all’antica tradizione mineraria di Cavriglia, tra i suoi ingredienti spicca il carbone vegetale, questo aspetto è un voluto richiamo alla miniera e all’estrazione della lignite, ho pensato in questa direzione per dare ulteriore forza ad uno dei nostri prodotti, legandolo in questo modo alla territorialità, il Ligneo che è creato con due forme quadrate che si attaccano e che stanno bene insieme diventando un corpo unico, ha una stagionatura media e la caratteristica di una pasta molto morbida che si scioglie in bocca”.

Gianfranco Mesina che da sempre ha creduto nei mercati di Campagna Amica, dal 2009 fa vendita diretta, oggi i suoi prodotti, formaggi e latticini, si possono trovare tutti i martedì al mercato di Campagna Amica di San Giovanni Valdarno, i mercoledì in piazza Giotto ad Arezzo e tutti i venerdì sempre ad Arezzo in via Spallanzani.

“Nei mercati troviamo la nostra forza, il contatto con i nostri clienti è continuo e costante, ad esempio, in questo periodo una delle nostre specialità è il pecorino affinato nei fiori d’acacia, L’Acacio appunto, i clienti che oramai sono affezionati mi telefonano affinché, una volta al mercato, possano trovare questo particolare prodotto, che è tipico di questo periodo dell’anno intorno al mese di maggio ed ha come caratteristica prevalente la dolcezza.  Siamo nati come allevatori – prosegue Mesina – poi nel 2006 abbiamo creato il caseificio e l’azienda si è così ingrandita, non è stato facile ma alla fine ce l’abbiamo fatta, ingrandendoci ed innovandoci. L’ultimo passo è stata l’apertura della Formaggeria a Figline Valdarno dove facciamo eventi, degustazioni e momenti di approfondimento dei nostri prodotti, il formaggio è molto particolare, con piccoli accorgimenti si possono creare tante varianti da gusti differenti e sorprendenti”.

E Gianfranco è maestro in questo, ha ricevuto nel tempo molti premi di riconoscimento come nell’ambito del “Premio Pienza 2015”, 3° Concorso Caseario riservato ai Pecorini delle Province di Siena Arezzo e Grosseto, dove si è classificato al primo posto nella categoria Pecorino Affinato.

“Il nostro è un lavoro molto faticoso, dove spesso ci troviamo a fare i conti con variabili non calcolabili, a cominciare dal meteo ma noi non abbiamo intenzione di fermarci, per il futuro svilupperemo ulteriormente l’azienda e studieremo nuovi metodi di lavorazione”.