Cavriglia, pubblicato il bando per l’ampliamento del campo da golf

Primi passi per il grande progetto del Parco dello Sport a Cavriglia. L’ampliamento dell’attuale campo pratica per attività di Golf a Cavriglia in località Valle al Pero, nei pressi dei circuiti di Bellosguardo in direzione del lago di Castelnuovo, è infatti destinato a divenire presto realtà e da pochi giorni è stato pubblicato il bando da parte dell’Amministrazione Comunale.

Sarà il più grande campo da Golf a gestione pubblica della Toscana che si pone come obiettivo quello di promuovere questo sport come “popolare”, con costi assolutamente contenuti. L’opera renderà il territorio ancor più attrattivo dal punto di vista turistico e avrà senz’altro anche importanti ricadute positive dal punto di vista occupazionale, nell’immediato con le aziende che saranno impegnate nelle realizzazione dei lavori e in futuro grazie ai benefici che porterà il nuovo impianto sportivo.

Il progetto tecnico, su incarico ed a spese della “Human Company”, che si è aggiudicata il bando per la realizzazione del Parco dello Sport,  è stato effettuato dallo studio degli architetti David e Vincenzo Mezzacane (padre e figlio), qualificati progettisti di campi da golf a livello italiano e internazionale.

Il progetto prevede la costruzione di un campo da campionato di 9 buche, 2850 metri totali di percorso e par 34, attraverso anche la ristrutturazione delle tre buche esistenti nel campo pratica.

Se le prime tre buche saranno ristrutturate, le nuove sei buche nasceranno nella prima ampia fascia di terreno al di là dell’attuale strada di accesso, diffuse sull’area in modo da presentare la minore concentrazione possibile ed interessare le più ampie fasce di territorio.

Gli spazi a disposizione per l’allargamento del campo sono estremamente abbondanti, ma il progetto è ispirato alla più totale integrazione con l’ambiente circostante, per proteggerlo e recuperarlo senza snaturarlo attraverso una “fascia di rispetto” tra il percorso e il verde presente attualmente.

Proprio la sostenibilità ambientale del resto sarà il punto focale del nuovo progetto: l’erba del green nelle nove buche sarà costituita da macroterme autoctone che necessitano di una minima quantità d’acqua e sono particolarmente resistenti al logorio e alla siccità.

Inoltre costituiscono lo stesso fondo dei più importanti campi da golf nel circuito mondiale professionistico.

L’irrigazione arriverà dalle acque del lago di Castelnuovo ma sarà comunque ad impatto ambientale vicino allo zero: saranno infatti riutilizzati i reflui, opportunamente depurati, del Parco dello Sport.

Il costo dell’operazione, compresi lavori e oneri per la sicurezza, sarà sostenuto interamente da un finanziamento di poco inferiore ai due milioni di euro, che il Comune di Cavriglia si è aggiudicato dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica a dicembre 2017.

Tale finanziamento è connesso esclusivamente alla realizzazione di impianti per questa disciplina e non sarebbe stato possibile né richiederlo per altre strutture sportive né utilizzarlo per altre finalità.

Vogliamo considerare l’ampliamento del campo da golf come il primo passo operativo per il Parco dello Sport.” ha affermato il Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. “Ma ci preme molto anche uno sviluppo sostenibile ed eco compatibile dell’intera area ex mineraria.

Per questo come Amministrazione siamo estremamente soddisfatti del progetto sotto il profilo ambientale in quanto ci sarà una perfetta integrazione con il paesaggio circostante, che non sarà snaturato.

Quindi, questo lavoro ci permetterà di proseguire nel migliore dei modi la valorizzazione di parte dei territori della ex miniera. Crediamo inoltre che la nuova struttura sportiva possa darci ulteriore visibilità dal punto di vista turistico ed avere ricadute positive anche in termini occupazionali. Per questo a beneficiare del progetto non sarà soltanto il campo da Golf ma  l’intera comunità cavrigliese”.