Celebrazioni Etrusche in Casentino, ultimi tre appuntamenti

Le Celebrazioni in volgono al termine con gli ultimi tre imperdibili .

Sabato 14 settembre sarà il turno del Museo Archeologico del Casentino con Essenze e profumi degli Etruschi con aperitivo al Museo Archeologico, evento che prevedrà un’attività esperienziale al con la presentazione delle tecniche di realizzazione dei profumi e delle essenze antiche. Sarà inoltre l’occasione per fare il punto di riferimento sulla “questione etrusca” casentinese attraverso visite guidate alle collezioni del Museo. A seguire, aperitivo etrusco a cura di Rasenna in Tuscany.

L’area archeologica di Masseto sarà protagonista domenica 15 settembre con Masseto e gli astri degli Etruschi, una giornata dedicata al mondo delle stelle e della disciplina divinatoria di cui gli Etruschi furono artefici e maestri. All’escursione presso l’area archeologica di Masseto presso Ama, con i resti dell’abitato etrusco e della tomba a camera seguirà un incontro presso il Planetario del Nazionale a .

Chiude la rassegna, Venerdì 21 settembre, Maestranze, commerci e idee da oriente:spunti per una prima contestualizzazione della fibula a drago di Poggio d’Acona, conferenza sui contatti fra Etruschi e Oriente a cura del Gruppo Archeologico Giano e dell’EcoMuseo del Casentino presso Centro di documentazione di , prendendo spunto dal ritrovamento della fibula a drago nel sito di Poggio d’Acona.

Il percorso è promosso ed organizzato dalle amministrazioni di , , Stia e l’ Montani del Casentino -avvalendosi della consulenza del personale del Museo Archeologico del Casentino.

L’Assessora alla Cultura Francesca Nassini commenta: “Ultimi eventi ma solo in ordine cronologico, visto che la qualità è elevatissima. Sono estremamente soddisfatta di questo percorso che ha coinvolto il Casentino. L’importanza di questo è contenuta proprio in questa attività corale e bene organizzata che ci vede tutti ugualmente coinvolti come comuni. Il per il Casentino è una grande sfida che si può vincere solo così. Le celebrazioni Etrusche ne sono state esempio tangibile che va ripetuto per tutto”.