Cena di Pasqua tinta di Amaranto!

Una bellissima serata, giovedì 11 scorso, con la cena sociale degli pasquali della Misericordia di colorata e ravvivata dalla presenza di ospiti quali i calciatori dell’S. S. e i di Orgoglio Amaranto!

La serata della Cena per gli auguri di dedicata a tutti gli appartenenti alla Misericordia di Arezzo è stata allietata dalla partecipazione “a sorpresa” della “Società Sportiva AREZZO” (con ben cinque calciatori) e della rappresentanza del club della tifoseria “Orgoglio Amaranto”.

Hanno fatto quindi il loro “ingresso in campo” – cioè nel nostro salone storico della rappresentanza, per l’occasione riconfigurato a lunghissima tavolata – i giocatori Marco SALA, Davide BUGLIO, Diego BORGHINI, Abdallah BASIT, Davide ZAPPELLA. L’addetto stampa della “Società Sportiva AREZZO”, Pierpaolo CHIARO. I dirigenti del Comitato “Orgoglio Amaranto”, Stefano FARSETTI (Presidente) e Andrea PERNICI (consigliere del direttivo).

Per la Misericordia di Arezzo sono state presenti tutte le maggiori cariche istituzionali, a partire dal Governatore, il Vice-Governatore, quindi il Provveditore e il Comandante della Compagnia Attiva; nonché i referenti dei nuclei di attività interni all’associazione, come quello della Protezione Civile e “La Valigia dei Sorrisi”, il gruppo dei clown-dottori.

Non si trattava comunque propriamente di un evento pubblico quanto di una cena “privata”, che volutamente è stata tenuta riservata e che tuttavia ha preso subito le caratteristiche dell’iniziativa importante, dato il rilievo degli ospiti presenti.

Ospiti partecipanti in forze grazie a un recente accordo tra le nostre rispettive associazioni tendente a promuovere – attraverso iniziative mirate congiunte – l’ideale binomio -solidarietà, nell’ottica delle affinità per il sociale che ci accomunano.

Ieri sera la circostanza era di carattere soltanto conviviale, all’insegna dell’intrattenimento – formula rivelatasi a quanto pare bella e piacevole per tutti – con cena semplice nonché buona e abbondante, compresa immancabile lotteria a base di enormi uova di Pasqua al cioccolato e relative sorprese; ma di iniziative ce ne sono in previsione molte altre, anche e soprattutto di carattere “contenutistico”, in modo cioè da veicolare pure nella reciproca immagine pubblica i valori del mondo della solidarietà socio-sanitario-assistenziale di cui in Misericordia ci occupiamo ogni giorno, coniugandoli con quelli dello sport, sempre educativi ad ogni livello, per grandi e piccini.

Tutto questo per raggiungere in ciò fasce ancora più ampie di pubblico, aumentando la consapevolezza sociale e la crescita della collettività intorno alla crucialità dell’impegno del volontariato a “prendersi cura” degli altri.