Deteneva fuochi d’artificio con licenza scaduta, denunciato titolare dell’attività

Nell’ambito dei controlli amministrativi disposti dal Questore Salvatore Fabio Cilona al fine di accertare il rispetto delle disposizioni in materia di armi e sostanze esplosive, personale dell’Ufficio Armi della Divisione Amministrativa ha effettuato nella mattinata di ieri controlli presso alcune attività autorizzate.

Nel corso delle verifiche è stato contestato al titolare di un esercizio ubicato ad Arezzo la violazione dell’art. 678 c.p. per aver posto in commercio materie esplodenti senza la prescritta licenza.

Il titolare dell’attività, autorizzato fino al 31.12.2018 alla detenzione e vendita di polveri piriche ed esplosivi, ex art. 47 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, non aveva provveduto ad effettuare il rinnovo della licenza per l’anno 2019, detenendo abusivamente per la messa in vendita fuochi d’artificio per una massa esplosiva complessiva di materia esplodente pari a circa 15 chilogrammi.

Il materiale è stato quindi posto sotto sequestro e il titolare denunciato all’A.G. per la violazione dell’art. 678 c.p. sanzionato con l’arresto fino a 18 mesi.